Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Pastore: «Non so se resto al Psg». Emery 'chiama' l'Inter

Pastore: «Non so se resto al Psg». Emery 'chiama' l'Inter
© EPA

Il tecnico del Psg ha ammesso la possibilita di una partenza del Flaco, ma il club del parigino non vuole darlo in prestito. Il trequartista: «Non so se resterò in Francia»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 31 gennaio 2018 08:54

ROMA - Javier Pastore può partire. Lo ha detto l'allenatore del Psg Unai Emery al termine della sfida contro il Rennes. «Abbiamo parlato nella giornata di lunedì. Il ragazzo ha ammesso che esiste la possibilità di cambiare squadra, ora dipende da tre cose: dalla mia responsabilità per la squadra, dal pensiero del giocatore e dalla volontà del club». Ieri Pastore è sceso in campo, ma poi è stato sostituito per un problema muscolare al termine del primo tempo: «Gli ho chiesto di nuovo oggi se avesse voglia di giocare, ha detto di sì. Sono contento del modo in cui ha lavorato nel primo tempo. L’ho sostituito per un piccolo dolore muscolare.

Mi ha detto che esiste l'opportunità che vada via, ma era molto concentrato e coinvolto. Tre cose entrano in gioco per il suo futuro: la mia responsabilità per la squadra, cosa pensa il giocatore e cosa pensa il club. Ho la mia opinione, l'ho dato a tutti. Dopo, dipende dal club e dal giocatore. Non posso dire di più, non è una mia responsabilità».

PASTORE: «NON SO SE RESTO» - Il trequartista argentino ha parlato rapidamente in mixed zone ai cronisti transalpini rilasciando una dicharazione che apre nuovi spiragli all'Inter: «Se resto a Parigi? Non lo so ancora». L'Inter è avvisata.

Tutto sull'Inter

LA SITUAZIONE - L'Inter proverà a prenderlo fino all'ultimo anche se l'operazione non è semplice. Le condizioni poste dal Psg non sono mutate. «In prestito, non si può fare», ha detto ancora Simonian a fcinter1908.it. Il club francese, infatti, continua ad insistere per l'obbligo di riscatto e concerebbe il semplice diritto solo se l'Inter pagasse almeno 5 milioni per il prestito iniziale. Sono numeri incompatibili per i conti interisti. A meno che da casa Suning, a Nanchino, non venga autorizzata una spesa speciale. Finora, però non sono arrivati segnali in questo senso.

Articoli correlati

Commenti