«Ancelotti al Napoli!»

Una voce arriva dalla sede azzurra. Solo la permanenza di Sarri può bloccare l'operazione
1° Carlo Ancelotti: 3 Champions League, 3 Supercoppe Europee, 1 Intertoto (più 2 Mondiali per club)© ANSA
Ivan Zazzaroni

ROMA - “Ancelotti, è fatta!”, una voce forte, chiara, decisa mi raggiunge per la seconda volta in poche ore dalla sede del Napoli, e allora non posso fare altro che riportarla: soltanto la permanenza di Sarri che - ricordo - ha ancora due anni di contratto, potrebbe bloccare l’operazione, ma a questo punto è un’eventualità remotissima.

INCONTRO DE LAURENTIIS-ANCELOTTI A ROMA

Stento ancora a crederci, lo confesso: ma in tanti anni l’informatore non mi ha mai dato una storta.

Napoli, la lista di Giuntoli ruolo per ruolo
Guarda la gallery
Napoli, la lista di Giuntoli ruolo per ruolo

Ho nutrito un sacco di dubbi - manifestandoli a più riprese - sul ritorno di Carlo in Italia e soprattutto sul fatto che potesse accettare il progetto di De Laurentiis: pur ottenendo risultati tecnici e finanziari straordinari, ADL per il calcio non ha mai scialato abbinando la competitività all'equilibrio virtuoso. Tuttavia numerosi elementi mi portano a seguire con convinzione il percorso indicato. Li elenco in ordine sparso:

1 - La soluzione Ancelotti, il grande nome spendibile anche internazionalmente, ricorda quella di Benitez per il dopo Mazzarri. Carlo può anche essere la "civetta" in grado di attrarre giocatori di livello: Rafa portò Reina, Albiol e Callejòn e agevolò l’arrivo di Higuaìn.

2 - A Sarri De Laurentiis non ha mai formalizzato alcuna offerta economica.

3 - Nessun altro tecnico è stato contattato dal presidente che in situazioni simili faceva di solito il giro delle sette chiese.

4 - Sarri e De Laurentiis, al di là delle cose dette pubblicamente (“meglio lasciare quando le cose vanno bene”, risposta: “tempo scaduto”) che portano direttamente alla conclusione del rapporto, sono “distanti” da mesi, per alcuni si mal sopportano.

5 - Ancelotti ha manifestato il desiderio di tornare a lavorare in Italia e al momento non ha altre offerte: aspettava l’Arsenal che però ha fatto altre scelte.

6 - Per settimane un avvocato di Parma ha mantenuto i contatti col Napoli sviluppando la trattativa.

7 - L'estate scorsa ebbi netta la sensazione che Sarri non sarebbe andato oltre la terza - formidabile, peraltro - stagione.

8 - Sarri è un tecnico anomalo: impossibile replicarlo. E allora - questa l’idea di ADL - meglio ripensare il Napoli con altri uomini, altri sistemi, altri contenuti.

Jorginho tra Napoli ed estero
Guarda il video
Jorginho tra Napoli ed estero

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti