Fornals, il nuovo jolly per il Napoli. È solo questione di ore

Il Villarreal pretende la clausola rescissoria. L’agente: «Piace molto, bisogna solo aspettare»
Pablo Fornals - Centrocampista© EPA

NAPOLI - Soltanto conferme. Null’altro che conferme, dalla Spagna e dall’Italia, in merito al nome che all’improvviso ha incendiato il mercato del Napoli: Pablo Fornals. Pablito lo spagnolo, gioiello del Villarreal e dell’Under 21, scalpita: ha detto sì, nel senso che ha accettato l’offerta del club azzurro, e ora non resta che definire la storia liquidando per intero la clausola rescissoria inserita nel contratto. Valore: 28 milioni di euro, ma il suo club può anche aumentare unilateralmente la portata fino a 33 milioni. Per lui, invece, è pronto un contratto quinquennale da 1,5 milioni a stagione più bonus. «Bisogna aspettare ancora qualche giorno», dice il suo manager, Lorenzo Toldrà. Il tempo di chiudere la cessione di Rog al Siviglia, probabilmente.

QUANTI AMMIRATORI - E allora, la locura spagnola del Napoli: da Fabián a Fornals, passando per Callejon e Albiol. «Aspettiamo, però il giocatore ha il gradimento totale sia del club sia di Ancelotti», il commento sintetico ma assolutamente indicativo che filtra dalla Toldrà Football Consulting, gestita da Alberto e Lorenzo Toldrà Arias e Juan José Oms Sanjuan, ieri letteralmente bersagliata sia dai media italiani sia da quelli spagnoli. La trattativa per Pablito, del resto, non può passare inosservata: il giocatore, centrocampista centrale capace di ricoprire tutti i ruoli della linea a quattro e di esibirsi anche da trequartista, è considerato uno dei talenti più importanti del momento (tant’è che a lui s’erano interessati anche Barça, Arsenal, West Ham e Fulham), nonché il fulcro del gioco Villarreal.

LA CLAUSOLA - A proposito: il Sottomarino naviga in acque torbide, penultimo e in piena lotta per non retrocedere, e dunque per lasciare andare Fornals ha precisato di non essere disposto a prendere in considerazione offerte diverse dalla clausola rescissoria. Che parte da 28 milioni di euro e che, in virtù di un accordo tra le parti messo in evidenza proprio ieri dai media spagnoli, può essere unilateralmente portata a 33 milioni. Non resta che attendere, come dicono i Toldrà, anche perché all’ingresso del nuovo dovrà coincidere l’uscita di Rog: al Siviglia, in prestito con diritto di riscatto (oggi in città arriva il suo manager, Ramadani; si tratta sulla portata del riscatto).

IL PERSONAGGIO - Nessun problema, invece, per quel che riguarda il dialogo tra il Napoli, Fornals e chi lo rappresenta: tutti d’accordo, tutti felici. Soprattutto Carletto, pronto a inserire nel suo organico una sorta di jolly del centrocampo che tra l’altro non ne salta una: anzi, per la precisione, in questa stagione ne ha saltata soltanto una in Coppa del Re (con l’Espanyol, una settimana fa). Come Fabián, tra l’altro, gioca nella Roja Under 21, ma nel 2016 fu anche convocato dall’allora ct della Spagna, Del Bosque, per due apparizioni. Professionista impeccabile, ad ascoltare compagni e tecnici vari, ama i cani come Mertens (boxer e bulldog francesi), Zidane e Ronaldinho e colleziona maglie. Maglie di avversari prestigiosi. Con sé porta sempre un rosario, regalo di sua nonna, e se proprio bisogna trovargli un difettuccio in chiave napoletana, beh, forse è la sua predilezione per la montagna e la carne. Al Golfo di Napoli il compito di farlo innamorare.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti