Lukaku all'Inter: tutte le cifre dell'affare

Operazione complessa con il Manchester United per il cartellino: serve anche un ingaggio da top player
Lukaku all'Inter: tutte le cifre dell'affare© Getty Images
Andrea Ramazzotti

MILANO - Romelu Lukaku è il «sogno non impossibile» per l’Inter e i suoi tifosi. Parole e musica di Federico Pastorello, l’agente dell’attaccante belga che da tempo si è promesso al club nerazzurro. Lukaku ha detto da tempo al suo procuratore che non vorrebbe iniziare la nuova stagione a Manchester, ma trovare un’intesa in tempi brevi sembra complicato viste le cifre che lo United chiede. 

Lukaku all'Inter: la richiesta del Manchester United

L’Inter sa che lo United ha a bilancio il belga per una cifra intorno ai 55 milioni e che ha ammortizzato due quinti dell’investimento fatto (85 milioni di euro più bonus). Ecco perché i dirigenti nerazzurri erano partiti con l’idea che l’affare potesse chiudersi attorno a quota 60-65 milioni. Troppo pochi per lo United che è disposto a negoziare solo se sul tavolo ci sarà la stessa cifra che loro hanno poi dato all’Everton nel 2017. Con queste basi la fumata bianca è un’utopia eppure le parti si confronteranno ancora. Perché Conte vuole Romelu a tutti i costi, perché il calciatore punta a indossare la maglia dell’Inter e perché i Red Devils non lo considerano fondamentale nel loro progetto.

L'Inter di Conte: da Godin a Sensi, da Barella a Dzeko
Guarda la gallery
L'Inter di Conte: da Godin a Sensi, da Barella a Dzeko

Lukaku all'Inter: l'ingaggio

Il club di Suning può permettersi di offrire 80 milioni? In questo momento, ovvero senza monetizzare la partenza di un big (Icardi, Perisic o Nainggolan), no, specialmente se abbinati con un ingaggio quinquennale da 8 milioni più bonus. E il Manchester United, senza i soldi della partecipazione alla Champions (nonostante un fatturato monstre), può permettersi di tenere scontento un calciatore tanto “ingombrante”? Lo vedremo nelle prossime settimane perché a questo punto, a meno di sorprese, il 7 luglio Lukaku al raduno dell’Inter non ci sarà. Vedremo se, come tutto lascia pensare, si presenterà invece a quello dello United. Adesso è il tempo in cui lavorano le diplomazie anche se Lukaku, che a Woodward ha già espresso il suo pensiero, reciterà la sua parte. 

Inter, da Sensi e Barella a Dzeko e Lukaku: il punto di Andrea Ramazzotti
Guarda il video
Inter, da Sensi e Barella a Dzeko e Lukaku: il punto di Andrea Ramazzotti

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti