Idea Fiorentina: c'è Balotelli

L'attaccante vuole tornare in Italia per conquistare Mancini ed è disposto ad abbassare le sue pretese: Pradè è pronto a consegnarlo a Montella
MARIO BALOTELLI (O.MARSIGLIA). Attaccante classe 1990© AFPS

FIRENZE - In casa Fiorentina tutto, o quasi, ruota attorno a quello che sceglierà di fare Giovanni Simeone. Sì perché sistemato il centrocampo, l’unico vero reparto da ricostruire, con l’arrivo di Lirola in difesa a coprire un ruolo storicamente scoperto, adesso c’è da concentrarsi sul reparto avanzato. L’idea di base è quella di concentrarsi su un esterno offensivo, in grado magari di agire a sinistra o anche di scambiarsi con Chiesa, con Boateng che potrebbe sia agire alle spalle della punta o addirittura essere lui il centravanti di riferimento. Certo è che se il Cholito, alla fine, dovesse decidere di tentare una nuova soluzione, ecco che oltre all’esterno servirebbe anche una punta.

Fiorentina, Lirola presentato ufficialmente
Guarda la gallery
Fiorentina, Lirola presentato ufficialmente

Nonostante i dinieghi del passato, c’è da restare in campana per Mario Balotelli. Sulle sue tracce c’è il Flamengo, pronto ad offrirgli una pioggia di milioni a lui (compreso un premio di 10 milioni alla firma, più un ingaggio ricchissimo) e un contratto al fratello Enock, ma l’attaccante sta temporeggiando, pronto eventualmente e ridimensionare le pretese pur di restare in Italia, sotto gli occhi diretti del ct Mancini. Il Brescia e il Verona ci sperano, ma la Fiorentina, per quanto fin dall’inizio in posizione di attesa, sta continuando ad osservare, pronta eventualmente a fare la mossa decisiva in anticipo rispetto alle due neopromosse.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE ODIERNA DEL CORRIERE DELLO SPORT

Commenti