Icardi al Napoli: l'Inter ha accettato l'offerta
© Inter via Getty Images
Calciomercato
0

Icardi al Napoli: l'Inter ha accettato l'offerta

De Laurentiis mette sul piatto 65 milioni, totale apertura nerazzurra ma Maurito... E Wanda Nara potrebbe essere a Capri nel prossimo week end

Se siete sorpresi, allibiti o arrabbiati, peggio per voi. Noi vi avevamo avvertito che la storia di Mauro Icardi avrebbe trovato una soluzione (forse) da Ferragosto in poi. Il forse non è bello, ce ne rendiamo conto, ma è funzionale. Perché ci sono storie che si trascinano per settimane e mesi, mica con la sicurezza di arrivare alla quadratura. Questo ovviamente non significa che le schermaglie prima di Ferragosto siano state invenzioni (ci mancherebbe), ma hanno portato al risultato previsto e prevedibile. Siamo sullo 0-0, poche occasioni da gol, ritmo blando e vedremo se nell’ultimo quarto d’ora di partita potrà scapparci il gol decisivo.

Icardi, nuova casa a Milano: indizio di mercato?

Icardi al Napoli, De Laurentiis rilancia ancora

In questo momento chi è davvero vicino a Icardi (e non ci riferiamo alla moglie-agente) giura che mai sia stato così sereno. Forse neanche Mauro, oggi, sa come finirà il film. Di sicuro il Napoli ha mosso i passi più concreti, offrendo 65 milioni all’Inter e trovando la totale apertura nerazzurra. Ecco, la parola giusta: apertura. Ci sarà la sua verso De Laurentiis? Abbiamo serissimi dubbi, indipendentemente dai rumors (da verificare) che vorrebbero Wanda Nara in un lussuoso albergo di Capri nel prossimo weekend. Noi, invece, siamo convinti di un’altra cosa: un altro stop fino alla prossima finestra di gennaio (resta all’Inter, nessuna apertura alla Juve e no definitivo al Napoli) sarebbe letale per la carriera. Un attaccante, ma anche un centrocampista o un difensore, che trascorre un anno o giù di lì senza avere il ritmo-partita, per ritrovarlo dovrebbe poi fare un lavoro enorme. 

La promessa a Paratici

Era marzo, o giù di lì, quando - nel bel mezzo della tempesta nerazzurra - Mauro si promise a Fabio Paratici. Un patto che non aveva bisogno di altro se non della garanzia di aspettare che la Juve sbrogliasse la matassa con l’Inter. Siamo al 21 agosto e la matassa è ancora lì, più che altro un fardello pesantissimo fatto di rapporti inesistenti tra i due club e di quella promessa di Zhang senior, era febbraio, quando disse “Icardi mai alla Juve”. Più che un fardello, oggi è un vicolo cieco. E non sappiamo davvero come se ne possa uscire, anche se il mercato spesso fa miracoli.

La nuova casa di Icardi e Wanda Nara

Ma qui ci vorrebbe un tavolo di lavoro difficile da organizzare, invece restano le solite - indicative - rappresentazioni social che offrono l’idea dell’umore e delle convinzioni. Ieri ha postato due volte Wanda, confermando la partecipazione a Tiki Taka e aggiungendo qualche dettaglio sulla nuova casa milanese in fase di realizzazione. “My new home is coming”, Maurito si è accodato subito dopo. Che può significare tutto e niente, ma se significasse niente avrebbero evitato di esibirsi via social, come ogni tanto converrebbe. Icardi si aspettava che la promessa Juve diventasse operativa subito dopo la fine del mercato inglese (8 agosto), prima sollecitazione senza alcun tipo di risultato. Oppure tra domenica e lunedì scorsi, nessun tipo di riscontro bianconero, impegnato com’è Paratici a smaltire qualche esubero. La domanda è: se ci riuscisse nel giro di due o tre giorni, verrebbe poi ricevuto da Marotta e Ausilio per una clamorosa riapertura? Oggi abbiamo più di qualche dubbio. 

Il Napoli rilancia per Icardi

I tentativi di De Laurentiis

A un certo punto puoi anche stancarti: potrebbe essere questo il titolo finale di un corteggiamento lungo, estenuante, quello del Napoli destinatario Icardi. Al punto che, ripetiamo, se fosse per le due società il dado sarebbe tratto alla non modica cifra di 65 milioni. Aggiungiamo anche che i problemi di ingaggio sarebbero risolvibili, con Aurelio De Laurentiis pronto ad accontentare Maurito con un’offerta ottima e abbondante. Manca l‘ultimo tassello: in certi casi si dice sempre così. Ma se l’ultimo tassello è la volontà definitiva del diretto interessato, si tratta dell’intera impalcatura. Siamo molto sinceri: fossimo nel Napoli, ci saremmo già stancati. Perché pensiamo, in modo definitivo, che non devo convincerti ad accettare una proposta più che interessante. Se non vuoi, amen. E la strada è questa. Icardi ha sempre fatto così: quando il Monaco l’ha cercato s’è barricato nei suoi pensieri di un no irrevocabile. Alla fine è stato anche felice che la Roma abbia convinto Dzeko a rinnovare fino al 2022, sarebbe stato un altro rifiuto. Ora, abbiamo assistito a tante situazioni di pentimenti improvvisi dopo aver mantenuto una linea rigida. Ma questa sembra (è) davvero una situazione speciale. E il Napoli sta facendo aspettare Llorente, in nome di Icardi, non l’ultimo della compagnia e cercato in Premier. Quindi, De Laurentiis e Giuntoli attenderanno ancora per poco: da questo tunnel - inevitabilmente - stiamo per uscire. 

Icardi in azione con la maglia dell'Inter

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina