Verona, l'ora di Amrabat:
© Getty Images
Calciomercato
0

Verona, l'ora di Amrabat: "Ho voluto fortemente questa squadra"

Il neo acquisto gialloblù: "Contento di aver già esordito, obiettivo salvezza. Milan? Rispetto per un grande club, ma nessuna paura". Ha scelto la maglia numero 34: "L'ho fatto per il mio ex compagno Nouri"

 VERONA - "Sono molto contento perchè ho esordito dopo solo 3 giorni dal mio arrivo e ho sentito subito la passione e l'affetto nei miei confronti. Ho capito che qui c’è un tifo molto caloroso, con il Bologna sono entrato nel secondo tempo e ci hanno sostenuto con grande energia". Così il neo acquisto del Verona Sofyan Amrabat, che ha già esordito in campo nella vittoria di Lecce, ha parlato nella conferenza stampa di presentazione. "Il gioco Juric? E' uno dei motivi per i quali ho scelto il Verona. E' un allenatore grintoso che cura anche la tattica e tutto ciò esalta le mie qualità. Milan? Penso che le partite contro le grandi squadri siano le più belle. Conosco il Milan e abbiamo rispetto per questo club storico, ma nessuna paura: noi vogliamo fare una grande partita e magari ottenere un buon risultato. Inoltre avremo dalla nostra parte un grande pubblico e sarà fondamentale fare una buona prestazione".

Juric: "Soddisfatto dalla gara"

"Il Club Brugge non voleva vendermi, ma alla fine sono arrivato a Verona"

"Ho parlato fin da giugno col Verona - ammette Amrabat - e ho sentito un forte interessamento da parte loro. All'inizio il Club Brugge non voleva vendermi, ma io volevo fortemente il Verona. Dopo numerosi contatti con la Società e la conclusione della trattativa, ho potuto finalmente coronare la mia ambizione di giocare in maglia gialloblù. La mia velocità? Posso correre ancora di più e sono disposto a tutto per la salvezza. Futuro? Al momento sono in prestito e quindi deciderà la società se riscattarmi o meno. L'obiettivo è quello di impegnarsi giorno per giorno per ottenere il risultato della salvezza e per far felici i tifosi. Il gol? Mi piace segnare, ma io sono uno che gioca con e per la squadra. Preferisco fare zero gol e ottenere la salvezza con i miei compagni". Amrabat ha giocato due partite intere con la sua Nazionale: "Mi sento in forma e sono pronto. Gioco a centrocampo, ma mi è capitato di fare ruoli diversi ma in situazioni di emergenza. Perchè il numero 34? Ho giocato con diversi numeri come 25, 21, 6.. Ho pensato a Nouri un mio ex compagno dell'Ajax che è infortunato: in suo onore ho scelto il 34" ha concluso.

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina