Gattuso torna al Milan? Ecco le sue condizioni
© ANSA
Calciomercato
0

Gattuso torna al Milan? Ecco le sue condizioni

Questa sera contro il Genoa Giampaolo si gioca il posto. Sulla panchina ora si allunga l’ombra di Ringhio: ha detto no ad altri club e valuterebbe un clamoroso ritorno dopo l’addio estivo. Non a tutti i costi però...

L’ incendio Milan non può essere spento in cinque minuti. E il tifoso medio soprattutto pensa: se Marco Giampaolo vincesse a Marassi, ma senza risolvere i grandi problemi che assillano i rossoneri, tanto varrebbe togliersi il dente da subito. Ecco perché c’è una corrente di pensiero che stabilisce come anche un pareggio grigio (o una vittoria stiracchiata) sarebbe argomento valido per andare di ribaltone. La sosta di solita aiuta a riordinare le idee, oppure a riprogrammarle. Ma a patto che tutta la squadra sia profondamente convinta dei concetti portati avanti dall’allenatore. La domanda è: ma il Milan segue completamente Giampaolo? La risposta è un’altra domanda: se fosse davvero così, per quale motivo sondare altri profili dopo appena sei giornate, in primis Spalletti che ha detto no? Bel quesito. Gattuso probabilmente aveva ragione da vendere quando, lo scorso maggio, rinunciò ai soldi chiedendo che fossero garantiti allo staff e tagliò la corda come se avesse intuito a quale tipo di stagione il Milan sarebbe andato incontro. Già, Gattuso...

Le condizioni di Gattuso per tornare al Milan

Reduce da un aggiornamento professionale in Russia, e da un no secco allo Spartak Mosca, il diktat di Rino è quello di tornare quando sarà completamente convinto. Ha rifiutato almeno due o tre soluzioni all’estero, sarebbe una svolta per il bonifico mensile e non gli interessa. Ha detto no a Preziosi che avrebbe esonerato Andreazzoli dopo il tonfo in casa Lazio soltanto se Gattuso avesse accettato. Invece, Gattuso ha risposto picche per due motivi, cancellando l’appuntamento precedentemente fissato. Il motivo più importante, prima strada: Ringhio teme che la compatibilità con Preziosi durerebbe poche settimane, malgrado la carta bianca che gli avrebbero concesso. Il tempo di qualche risultato negativo e chissà quali intemperie... Il secondo motivo chiama in causa il Milan, ecco un ipotetico percorso da seguire.

A scanso di equivoci, l’eventuale ritorno di Gattuso (apprezzato da molti calciatori in organico) sarebbe possibile - come già raccontato ieri - soltanto se uscisse di scena almeno Paolo Maldini. Diciamo “almeno” perché, pur non essendoci rapporti da tramandare con Boban, il problema (dal punto di vista di Gattuso) è proprio Maldini, zero margini di manovra. Se la proprietà decidesse di mettere in discussione anche chi ha avuto carta bianca nella costruzione estiva, allora Paolo tremerebbe davvero. Lui più di Boban. In tal caso, sulla scelta dell’eventuale nuovo allenatore Gattuso potrebbe avere chance, ma soltanto in questo caso, è bene chiarirlo senza troppi giri di parole. [...]

Leggi il resto dell'articolo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Giampaolo: "Lasciare il Milan? Mai. Non mi arrendo"

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina