Ibrahimovic vede il Bologna: "Sì, decido presto"

Miahjlovic giovedì ha telefonato allo svedese che assicura: "In Italia in pole ci sono i rossoblù"
Ibrahimovic vede il Bologna: "Sì, decido presto"© AFPS
TagsSerie ABolognaIbrahimovic

BOLOGNA - Dieci dicembre, entro questa data Zlatan Ibrahimovic farà conoscere al Bologna la sua scelta. Lo ha promesso lo stesso fuoriclasse svedese a Sinisa Mihajlovic, che ha telefonato di nuovo al suo grande amico Zlatan giovedì passato per ribadirgli il suo grande desiderio di vederlo vestito con la maglia rossoblù. Ma c’è un’altra notizia legata a Ibrahimovic: nel corso della sua vacanza a Los Angeles anche Marco Di Vaio ha parlato a quattr'occhi con l’attaccante svedese, facendogli sapere di persona quanto sarebbero felici lo stesso Joey Saputo e i suoi più stretti collaboratori per il suo eventuale sbarco a Casteldebole. All’atto pratico è stato un colloquio molto sereno e cordiale, nel corso del quale Ibra ha ribadito a Di Vaio di pensare seriamente a questa soluzione, ripetendo anche a lui che nel caso in cui decidesse di tornare in Italia e di conseguenza di scegliere il Bologna lo farebbe solo per Sinisa, per il rapporto di amicizia che da tanti anni ha con il tecnico serbo e anche per aiutarlo sul campo in questa sua annata molto complicata.

Sassuolo, la notte di Caputo: doppietta nel 3-1 al Bologna
Guarda la gallery
Sassuolo, la notte di Caputo: doppietta nel 3-1 al Bologna

Ancora una volta Miha gli ha detto che diventerebbe il re di Bologna, poi con un altro suo pensiero ha provato a convincerlo. Questo su per giù, “dai vieni a Bologna che ti diverti sei mesi e fai divertire tutta Bologna e anche l’Italia”. Sapendo come deve prenderlo e anche cosa deve dirgli per sperare che ascolti la sua campana, Sinisa non lo mollerà, ed è facile intuire che continuerà a chiamarlo, come se a un certo punto Ibra dovesse accettare la sua proposta quasi per sfinimento. E’ evidente che nel frattempo anche i capi rossoblù non dovranno restare con le mani in mano, anche perché saranno importanti i colloqui tra Walter Sabatini e Riccardo Bigon con il suo procuratore Mino Raiola. Che ha già informato i responsabili dell’area tecnica del Bologna su quali sono i numeri che servono anche solo per mettersi a sedere attorno a un tavolo nel tentativo di trovare la quadratura del cerchio. A dire la verità Sabatini sta lavorando non per avere Ibrahimovic solo per 6 mesi ma per 1 anno e sei mesi, per i quali Raiola almeno a oggi sta chiedendo 8 milioni di euro. Netti si intende. E’ chiaro che la cifra diminuirebbe notevolmente nel caso in cui l'asso svedese decidesse di giocare solo 6 mesi prima di smettere di giocare e tornarsene in Svezia.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti