Calciomercato
0

Lazio, è assalto a Giroud

I biancocelesti provano il tutto per tutto per il francese, ancora corteggiato da numerose big europee

Lazio, è assalto a Giroud
© Getty Images

ROMA - Sogno o illusione? E’ una bomba di mercato l’assalto-azzardo della Lazio a Oliver Giroud, centravanti francese del Chelsea e della Francia iridata, campione del mondo 2018, capocannoniere dell’Europa League 2019 (11 gol in 14 partite), ha regalato lui il trofeo a Sarri (un gol e due assist in finale), 201 reti in carriera. La bomba può far esplodere di gioia, può lasciare scottati. Lotito, il tentativo è reale, sta provando il colpo andando contro tutti quei limiti che hanno sempre imposto austerity a gennaio. Ma attenzione a non cantare vittoria troppo presto, l’operazione è difficile per ammissione della Lazio e di delusioni in passato se ne sono vissute nel giorno finale. Giroud è corteggiato da Mourinho, lo vuole al Tottenham per sostituire l’infortunato Kane. La moglie del centravanti spinge per restare a Londra, è uno degli ostacoli principali. E in serata si è registrato anche il nuovo inserimento dell’Inter: Conte vuole fermamente il gigante che ha già allenato a Londra. E il Psg non lo ha mai mollato.

Vietato Barare

I tempi sono stretti, il mercato chiude oggi, andrebbero organizzate anche le visite mediche. L’affare Giroud, mercoledì, veniva smentito scientemente dalla Lazio. Ieri non è stato più possibile barare. Il diesse Tare è piombato a Milano in mattinata, è stato avvistato all’hotel Sheraton nel pomeriggio, ha lavorato a fari spenti (finché è stato possibile), è rientrato in serata a Roma. Ci sono anche punti a favore: la Lazio ha trovato l’accordo con il centravanti offrendo un contratto a vita, da 3 anni e mezzo, con scadenza giugno 2023, a 2,5 milioni netti a stagione più bonus. Giroud ha 33 anni, ne compirà 34 a settembre, alla scadenza sarebbe sulla soglia dei 37. Non è bastato per convincere la moglie a trasferirsi a Roma, almeno fino a ieri. Altro nodo: il Chelsea, per vendere Giroud, in scadenza a giugno, deve rintracciare un sostituto. Vuole Mertens del Napoli, ma ha trovato un muro. E’ pur vero che l’attaccante francese gli ultimi due mesi li ha passati in panchina, in Premier non gioca dal 30 novembre (Chelsea-West Ham 0-1). Non è stato più convocato da Lampard tranne che in FA Cup il 5 gennaio (è rimasto in panchina). Il Chelsea vuole darlo via, potrebbe valutarlo intorno ai 5 milioni. La Lazio è in contatto con Vincenzo Morabito e Matteo Materazzi che rappresentano il suo manager. E ieri Morabito, manager che fu molto vicino a Cragnotti, ha detto a Sky: «La Lazio ha fatto grandi passi in avanti negli ultimi tempi, Giroud sta valutando con interesse la proposta. Ora dipende dal Chelsea che cerca un sostituto, prima di farlo partire».

Il messaggio

E’ un sogno ad occhi aperti, Giroud. Sarebbe un colpaccio alla Klose, un messaggio scudetto a Juve e Inter. Non è una figurina come non lo è stato Miro per cinque anni, dai 33 ai 38. Inzaghi ha spinto per tentare l’assalto al francese, ha Correa ai box, Immobile in diffida, Adekanye fermo (altra elongazione), contro la Spal giocheranno Ciro e il Panterone. In panchina non ci saranno attaccanti. E’ dall’estate che preme per avere una punta in più, s’è dovuto accontentare (sognava Llorente, poi finito al Napoli). Inzaghi è tornato in pressing a gennaio, prima ha chiesto Paloschi della Spal. Poi, quando sembrava essersi messo in pace con se stesso, si è fatto stuzzicare dall’idea Giroud (rimasto sul mercato dopo i contatti avuti con l’Inter).

Giroud, sorpresa Lazio: Lotito prova il colpo

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport - Stadio

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina