David Silva rischia di rimanere senza festa

Il fuoriclasse spagnolo dopo dieci anni lascia il Manchester City. La partita d’addio, fissata per il 17 maggio, però, non potrà essere celebrata. I tifosi inglesi chiedono al club di trattenerlo, ma il giocatore vuole l’Italia. Il Milan si è mosso per primo. Le altre big nostrane ci stanno pensando seriamente.
David Silva, Manchester City. Valore di mercato: 12 milioni di euro© EPA

MANCHESTER (INGHILTERRA) - Secondo i tifosi inglesi si gioca la palma del miglior giocatore della storia del Manchester City con il mitico Colin Bell, eppure David Silva, dopo dieci anni e 14 titoli conquistati da primo attore con i citizen, rischia seriamente di non potersi congedare dall’Etihad. Colpa dell’emergenza coronavirus. Il club, infatti, aveva individuato nel 17 di maggio e in una partita con il Norwich la data ideale per dire addio al fuoriclasse delle Canarie, ma la pandemia ha bloccato tutto. Di qui la ribellione della frangia più passionale della tifoseria della squadra inglese, che pretende di far uscire con tutti gli onori un giocatore fondamentale per la squadra fin dall’epoca di Roberto Mancini, che nella vibrante stagione 2011-’12, coincisa con il ritorno alla conquista della Premier League da parte del club dopo 44 anni di digiuno, lo rese il giocatore di campo con più presenze, ben 36, più di quelle dei compagni Dzeko e Agüero. Le proposte dei sostenitori britannici vanno dal cambio di data, alla partita a porte chiuse fino alla richiesta alla società di convincere il giocatore a fermarsi almeno un anno in più.

SOGNO ROSSONERO - Tutti scenari oggettivamente problematici, in considerazione della situazione del pianeta e della volontà del diretto interessato, che lo scorso 8 gennaio ha compiuto 34 anni, di voler vivere un’ultima esperienza in un altro torneo di grande livello. Circostanza che lo ha convinto definitivamente a lasciare la Premier. L’amico David Beckham gli ha già fatto arrivare una più che allettante proposta per unirsi all’Inter Miami, ma il centrocampista offensivo iberico ha preso tempo, perché vorrebbe realizzare il vecchio sogno di giocare in Italia, che aveva già accarezzato negli scorsi anni, quando era stato cercato da Roma e Inter, che poi si erano tirate indietro davanti alle cifre proibitive per l’acquisto del campione del mondo e due volte campione d’Europa con la Spagna. I primi a nasare l’opportunità sono stati Paolo Maldini e Ricky Massara, che dopo Natale, ancora accompagnati da Boban, hanno ricevuto a Casa Milan gli agenti del giocatore. Lo stipendio è alto, si parla di una cifra fra i 6 e gli 8 milioni, ma il sacrificio può essere compensato dal fatto che il fantasista arrivi da svincolato. Anche gli altri grandi club della Serie A ci stanno pensando.

@andydepauli

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti