Calciomercato
0

La Juve vuole Aouar: ecco l'offerta di Paratici

Prestito con riscatto obbligatorio nel 2022 ma a cifre più basse per effetto della crisi

La Juve vuole Aouar: ecco l'offerta di Paratici
© EPA

TORINO - Aouar in prestito biennale. La Juve prova a sperimentare una nuova strada per il mercato ai tempi del coronavirus: prestito, sì, ma più lungo per attutire l’impatto dell’investimento. L’aveva detto, Fabio Paratici, che sarebbe stato necessario usare molta creatività nella prossima finestra di trattative, dopo che la pandemia porterà ad una riduzione delle risorse a disposizione dei club. Ebbene, il primo test per le nuove modalità su cui allestire gli affari potrebbe riguardare un talento seguito da tempo. Houssem Aouar, stellina del Lione che ha fatto ammattire i bianconeri nell’andata degli ottavi di Champions League. Il centrocampista classe ’98 è da tempo sotto la lente degli osservatori juventini e adesso sembra essere arrivato il momento giusto per l’assalto. Lo scenario che si è delineato in Francia favorisce le pretendenti del gioiello cresciuto nel vivaio dell’OL. Lo stop definitivo alla Ligue 1 deciso dal governo francese che ha fatto infuriare il presidente del Lione, Jean-Michel Aulas (che infatti prosegue a colpi di ricorsi per provare a far ripartire la stagione), ha lasciato il club francese fuori dalle coppe europee per la prossima stagione. La prospettiva potrebbe tornare d’attualità soltanto vincendo la Coppa di Lega, che garantirebbe la qualificazione all’Europa League, ma l’avversario in finale (il cui svolgimento è ancora da stabilire) è il Paris Saint Germain e quindi l’ostacolo non è dei più semplici da saltare. Per il Lione l’impatto, oltre che sportivo, sarà economico. E con una contrazione, che si annuncia ingente, dei ricavi, l’unica contromossa può essere il sacrificio sul mercato dei top player, a cominciare proprio da Aouar.

La proposta della Juventus per Aouar

L’opportunità è in arrivo, quindi, per la Juve. Anche perchè, inevitabilmente, il prezzo di Houssem scenderà. Aulas non potrà più mantenere le sue richieste ai livelli pre-pandemia, quando si viaggiava sui 70 milioni, cifra che rappresentava la base di un’asta che probabilmente si sarebbe scatenata tra le big d’Europa. Lo scenario, invece, è ora totalmente differente: la quotazione è sui 50 milioni, ma potrebbe diminuire ancora. Quindi la Juve prova la mossa: la proposta che sarebbe stata inviata al Lione consiste in un prestito biennale, oneroso, con un obbligo di riscatto. L’acquisto sarebbe così garantito ma l’impatto dell’investimento sarebbe diluito negli anni. Una formula creativa che potrebbe avere gli effetti sperati, anche perchè i rapporti tra i due club sono ottimi e lo stesso Aulas aveva aperto nei mesi scorsi ad una trattativa per Aouar con la Juve. Una formula creativa che, nelle intenzioni, dovrebbe avere la meglio anche sulla concorrenza: Liverpool e Real Madrid sono le principali antagoniste, City e Psg si sono già mosse; tutte hanno una capacità di investimento non indifferente. Basterà?

[[dugout:eyJrZXkiOiJjblRMMTJJYiIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]]

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina