Benevento, solo Glik e Caldirola: in difesa serve sfoltire

Per la serie A sono 21 i posti per gli over 22. Intorno ai due centrali bisogna liberare altre caselle
© LAPRESSE

BENEVENTO - Le linee guida le ha tracciate Pasquale Foggia, insieme a Pippo Inzaghi e al presidente Vigorito. Idee chiare su cui porre le basi del Benevento che dovrà difendere la serie A appena conquistata. La squadra giallorossa non ne ha mai fatto mistero: vuole ripartire dal fantastico gruppo che ha dominato il campionato di serie B. Certo, qualche sacrificio sarà nell'ordine delle cose, perchè la lista “over” imposta dalla A è fatta di numeri freddi, non di sentimenti. Sono solo tre i giallorossi ad avere il contratto in scadenza: Gori, Maggio e Gyamfi. Con i primi due c'è già un accordo di massima, il ghanese, ormai beneventano d'adozione, potrebbe invece finire in prestito in B. E' evidente che l'arrivo di Kamil Glik accende i riflettori sul parco dei difensori centrali: oltre al polacco il Benevento ne ha in forza altri cinque, Caldirola, Barba, Tuia, Antei e Volta. Senza voler precorrere i tempi, sembra difficile che possano rimanere tutti. 

Benevento, che festa per la promozione!
Guarda la gallery
Benevento, che festa per la promozione!

Rinforzi in ogni reparto

Lo ha ripetuto più di una volta Foggia: «Proveremo a rinforzare tutti i reparti». Gli sforzi maggiori per il momento si sono concentrati in attacco: con la partenza anticipata di Coda, sono rimasti solo Gabriele Moncini e Marco Sau, oltre al “baby” Di Serio (2001). Il sardo ultimamente ha arretrato il suo raggio d'azione, pur riuscendo a mostrare sempre le sue doti di goleador (13 gol senza rigori), per cui ad Inzaghi serviranno almeno due attaccanti di un certo peso in avanti. Uno potrebbe essere [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Commenti