Calciomercato
0

Napoli, De Laurentiis: "Koulibaly? Il City non vuole parlare con noi"

Il presidente azzurro: "Per lui ho risposto mezz'ora fa ad un giornale inglese. Ruiz? Nessuna offerta, tutto smosso ad arte" 

Napoli, De Laurentiis: "Koulibaly? Il City non vuole parlare con noi"
© FOTO MOSCA

CASTEL DI SANGRO - "Koulibaly? Un giornale inglese mi ha chiesto notizie mezz'ora fa, ma gli ho detto che il City sostiene che non può parlare con noi per via del problema Jorginho. Quindi come può esserci una negoziazione seria per un calciatore?". Parola del presidente Aurelio De Laurentiis, in conferenza stampa, nell'ultimo giorno di ritiro abruzzese del Napoli. Sulle voci che vorrebbero Fabian Ruiz lontano dal San Paolo: "Non ci sono grandi offerte. Le richieste si fanno con le proposte, lui è appetito fin dal suo arrivo, ma dietro ai calciatori c'è un contesto comunicativo che viene smosso ad arte" ha concluso.

Koulibaly trova accordo con il Manchester City

"Sopravviviamo in campionato falsato"

"Il covid ci fa viaggiare con una perdita di 150 milioni di euro. Ora l'obiettivo è la sopravvivenza, in un contesto di stupidità, con un campionato falsato, poi quando il campionato tornerà serio ne riparleremo e faremo progetti e parleremo degli obiettivi. Non sappiamo neanche se sarà un campionato normale o con i playoff. Non possiamo fare programmi". Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis in una conferenza stampa a Castel di Sangro. Il patron azzurro continua a premere per l'apertura degli stadi al pubblico, pensando alla metà della capienza: "Federazione e Lega - ha detto - non possono nulla di fronte al comitato tecnico-scientifico, ma i governatori delle regioni illuminati possono decidere in autonomia, ora c'è il momento delicato delle elezioni. Speriamo al rientro alla seconda si possa aprire il 50% dello stadio".

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina