Napoli, c'è un piano B per Milik se salta l'affare con la Roma

Se Dzeko non si muove, l'attaccante polacco può andare all'estero. Ünder resta sul mercato, ma De Laurentiis vuole soldi cash oltre al turco

Soluzione estera. Il Napoli ha cominciato a guardarsi intorno, ben oltre i confini nazionali, per districare al più presto il nodo-Milik. L’affare con la Roma, nato sotto i migliori auspici, all’improvviso è diventato molto complesso. Sempre di più. A prescindere dal grave infortunio al ginocchio sinistro rimediato lunedì, ahilui, da Zaniolo: Ünder, esterno d’attacco ma soprattutto obiettivo azzurro nell’ambito dell’affare che dovrebbe portare Arek in giallorosso, resta sul mercato e in uscita a dispetto della lunghissima pausa forzata a cui sarà obbligato il collega, pronto all’intervento al crociato anteriore. Il problema reale? Quello degli ultimi giorni: Dzeko. O meglio: se Dzeko non andrà alla Juve, la Roma non investirà su Milik. Semplice: è un incastro. Proprio come nel caso di Koulibaly: Kalidou ha da tempo l’accordo con il City ed è in attesa di capire quando, e soprattutto come, l’offerta da 60 milioni di euro (50+10 di bonus) sarà ritoccata. Come vuole il Napoli, certo.

Al via il calciomercato: tutte le strategie delle 20 squadre di Serie A
Guarda la gallery
Al via il calciomercato: tutte le strategie delle 20 squadre di Serie A

Ostacolo Edin

E allora, la novità del giorno. Una valutazione ben diversa da quella emersa a caldo, nel momento in cui il ginocchio di Zaniolo ha fatto crack: la lunga indisponibilità di Nicolò non dovrebbe cambiare il destino di Ünder. Niente: Cengiz il turco resta sul mercato, in vetrina. Nessun rilancio, nessun effetto a catena. La vera zavorra per il decollo dell’affare tra il Napoli e la Roma, insomma, resta la situazione di Dzeko: se alla fine la Juve non lo acquisterà e opterà per un’altra soluzione, tipo Suarez o Morata, allora Edin non libererà il posto per Arek. E addio scambio e addio tutto: perché il Napoli, oltre al cartellino di Ünder, s’aspetta di ricavare anche un po’ di milioni. Il discorso pronunciato lunedì dal ceo Fienga, tra l’altro, ha seminato altri dubbi: «Dzeko è il capitano della Roma e lo sarà finché vorrà». E ora, archiviata la parentesi con la Bosnia, si attende il confronto tra Edin e il club: una chiacchierata che a questo punto coinvolgerà direttamente anche il Napoli.

Leggi l'articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

 

Napoli, c'è un piano B per Milik se salta l'affare con la Roma
Guarda il video
Napoli, c'è un piano B per Milik se salta l'affare con la Roma

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti