De Paul: "Lascerò l'Udinese al momento giusto"

Così l'argentino: "Sono in una città bellissima, che mi ha accolto benissimo e che mi ha permesso di andare in nazionale"
Rodrigo De Paul (Udinese)© Getty Images

UDINE - "Udine è una città bellissima, mi ha accolto molto bene, mi ha permesso di realizzare il sogno di andare in nazionale. Ho ricevuto tanto sia dalla città sia dal club, mi mancherà quando la lascerò". Rodrigo De Paul, centrocampista argentino dell'Udinese, parla del suo futuro che lo potrebbe vedere lontano dal Friuli. "Voglio sempre di più. Dev'essere pazzesca la sensazione che si prova quando si affronta un quarto o una semifinale di Champions - afferma ai microfoni di Sky Sport -. Sono certo che li giocherò prima o poi, se uno lavora bene riesce a raggiungere i propri obiettivi. Voglio arrivare preparato a quel momento, non voglio forzare nulla, andrò via da Udine al momento giusto".

"Messi è incredibile e un esempio per tutti"

Poi il centrocampista parla del fuoriclasse del Barcellona suo capitano in Nazionale: "Nella mia carriera ho avuto in squadra alcuni giocatori che erano capitani solo a parole, altri invece che erano davvero un esempio per tutti, come Messi, che guida la mia Nazionale. Lui è il primo che si allena, è il primo a fare tutto, è il più grande, vuole vincere tutte le partitelle in allenamento. Leo è incredibile. Si impara molto accanto a lui. Abbiamo un rapporto molto bello, quando segno mi manda sempre i complimenti. Mi ha fatto fare un passo in avanti a livello mentale, mi spinge a migliorarmi sempre, a fare sempre di più, a non accontentarmi mai".  Sulla migliore squadra in Europa De Paul dice "penso subito al Bayern Monaco, ma non solo: anche il Psg ha una qualità pazzesca. Poi ci sono le solite squadre come Barcellona (che ha sempre in uomo in più, Messi, è come se giocassero in 12) poi Real Madrid, Juventus".

Commenti