Eder Militão, niente Serie A: c'è l'offerta di Mourinho

Il difensore brasiliano non rientra più nei piani del Real Madrid e può trasferirsi subito al Tottenham in prestito con diritto di riscatto
Eder Militão, niente Serie A: c'è l'offerta di Mourinho© Getty Images
Stefano Chioffi

Farsi ricordare accanto a un trofeo è la sua prima regola: per questa ragione, José Mourinho è diventato lo “Special One”. Dal Porto al Chelsea, dall’Inter al Real Madrid, fino al Manchester United, il portoghese ha sempre lasciato in eredità qualche trionfo. E il suo nome, ora, vuole legarlo alla rinascita del Tottenham, che il 25 aprile proverà a vincere la Coppa di Lega contro il Manchester City. Gli Spurs non sono campioni d’Inghilterra dal 1961 (l'allenatore era Bill Nicholson) e non conquistano un trofeo da tredici anni. Era il 2008, in panchina c’era lo spagnolo Juande Ramos, era la squadra di Keane e Lennon, di Malbranque e Chimbonda, conquistò a Wembley proprio la Coppa di Lega battendo per 2-1 in rimonta il Chelsea di Drogba con il gol di Berbatov e quello di Woodgate al 94'. Il Tottenham, da allora, ha cambiato cinque allenatori: Harry Redknapp, André Villas-Boas, Tim Sherwood e Mauricio Pochettino, sostituito il 20 novembre del 2019 da Mourinho.

Tottenham, gol e coccodrillo per Ndombele. E Mourinho se la ride
Guarda la gallery
Tottenham, gol e coccodrillo per Ndombele. E Mourinho se la ride

Mourinho prudente

Il Tottenham, in Premier, è quarto. Ha occupato il primo posto dal 29 novembre al 20 dicembre. Solo quattro punti lo separano dal Liverpool e dal Manchester United. Mourinho, però, ha scelto la linea della prudenza: esclude, almeno nelle interviste, che gli Spurs possano lottare per il titolo e rovesciare i pronostici dell’estate. L’obiettivo è la qualificazione in Champions. Con il suo aiuto, Kane e Son hanno raggiunto livelli sublimi: in tandem hanno segnato in campionato ventidue gol, dieci li ha firmati l’inglese e dodici li ha realizzati il sudacoreano. In questo mercato di gennaio lo “Special One”, 25 trofei vinti in carriera, ha chiesto solo un rinforzo. Gli manca un difensore centrale e ha suggerito ai dirigenti di puntare su Eder Militão: il brasiliano, 22 anni, che il Real Madrid aveva acquistato dal Porto nel 2019 per 50 milioni, è stato utilizzato solo 134 minuti in questo campionato e Zidane lo ha inserito nella lista dei giocatori in uscita. Mourinho vuole recuperarlo, lo segue dai tempi del San Paolo: Eder Militão, sei presenze nella Seleção, è stato seguito in passato anche dal Milan, dall'Inter e dalla Roma. Il Tottenham ha chiamato il Real: c'è la volontà di arrivare a un prestito con diritto di riscatto.

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti