Manchester United, rebus Cristiano Ronaldo

Non si risolve la telenovela legata al futuro di CR7 che non si è ancora aggregato ai Red Devils
Manchester United, rebus Cristiano Ronaldo© Getty Images
3 min
Davide Palliggiano
TagsTen HagManchester UnitedRonaldo

Questa mattina, in Australia, il Manchester United giocherà la sua ultima amichevole prima del ritorno in Inghilterra. Poi, dopo il match di Perth contro l’Aston Villa, i Red Devils faranno le valigie per Carrington. Se troveranno Cristiano Ronaldo, non è dato saperlo, visto che lo stesso Ten Hag non ne ha la minima idea: «La situazione è la stessa di una settimana fa - ha detto l’allenatore dello United - Non sono preoccupato, ma mi concentro sui giocatori che ho a disposizione. Non vedo l’ora che Cristiano torni, poi penseremo a come integrarlo».E le possibilità che CR7 si faccia vivo sono alte, visto che di pretendenti, al momento, non se ne vedono l’ombra: il Bayern Monaco ha negato in più occasioni di essere interessato, anche se qualcuno ha visto un indizio nel fatto che ben 9 giocatori della squadra di Nagelsmann, nelle ultime settimane, abbiano cominciato a seguire Ronaldo su Instagram. Il Chelsea sembrava la destinazione più probabile, vista la disponibilità economica, ma la nuova dirigenza dei Blues s’è scontrata con il no, secco, dell'allenatore Tuchel. L’Atletico Madrid c’ha fatto un pensierino, ma prima deve vendere per poter liberarsi di stipendi che permettano al club di supportare l'ingaggio del portoghese. Ronaldo, tramite il suo agente Jorge Mendes, ha fatto sapere a denti stretti che sarebbe disponibile a ridursi lo stipendio del 30% pur di giocare in Champions: ciò significa che dai 30 milioni netti a stagione che guadagna allo United passerebbe anche a 21.  

Situazione Suarez

Luis Suarez (35) ha, invece, più proposte, ma nessuna di suo gradimento in Europa. Il Pistolero è sul punto di fare una scelta di cuore, quella di tornare in Uruguay al Nacional di Montevideo, il club in cui è cresciuto. Nell’ultima partita contro il Cerrito (5-0), i 15 mila tifosi presenti allo stadio hanno indossato una mascherina con il volto dell’attaccante al minuto numero 9. Da una settimana, inoltre, su Twitter impazza l’hashtag #SuarezANacional.  
In Premier, l’Arsenal ha finalmente ufficializzato l’acquisto di Oleksandr Zinchenko (25): l’esterno ucraino arriva dal Manchester City per poco più di 35 milioni. Per sostituirlo, i Citizens di Guardiola insistono con Marc Cucurella (25), terzino del Brighton. In via di definizione il passaggio di Jules Koundé (23) dal Siviglia al Chelsea, che ha battuto la concorrenza del Barcellona. Per il difensore francese i Blues sborseranno 64 milioni di euro.

Commenti