Bologna, Dominguez si opera. Cedere per sostituire

Il problema di un centrocampo a corto di uomini non è rinviabile
Bologna, Dominguez si opera. Cedere per sostituire© FOTO SCHICCHI

BOLOGNA - Nicolas Dominguez si opera: l'argentino avrebbe voluto farlo già dopo la gara con il Napoli, ma ora pare disposto ad attendere la gara con il Verona. Il problema alla spalla è sempre più insopportabile e per risolvere il guaio ci vorranno 3 mesi. Vale a dire, tornare a fine aprile-inizio maggio. A questo si aggiungono gli interrogativi relativi a Schouten, un Kingsley sì guarito clinicamente ma che necessita di tempo per il rientro a pieno regime e le difficoltà fisiche di Viola. Vale a dire: a Mihajlovic serve un altro certocampista. Il Bologna non ha però soldi in cassa da investire ora, quindi le alternative sono due. O Saputo opera un aumento di capitale (e non pare intenzionato) oppure bisogna operare delle cessioni, soluzione quest'ultima, più probabile. Il Siviglia si è tirato indietro per Orsolini, per Skov Olsen non sono arrivate proposte accettabili. Restano in ballo Vignato (piace al Sassuolo che vorrebbe un prestito oneroso con diritto di riscatto, mentre il Bologna vorrebbe l’obbligo e piace alla Samp), e Sansone: anche lui piace al Sassuolo, pronto a chiuderlo in prestito oneroso.

Cagliari, che rimonta: 2-1 al Bologna di Mihajlovic
Guarda la gallery
Cagliari, che rimonta: 2-1 al Bologna di Mihajlovic

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti