Mercato, il Bologna ci prova per Terzic

Sartori cerca di convincere Pradè. Attesa per lo spagnolo Toni Lato dopo la rottura con il Valencia. Beruatto e Calafiori sotto osservazione ma Pisa e Basilea non fanno sconti
Mercato, il Bologna ci prova per Terzic© SESTINI MASSIMO
4 min
Claudio Beneforti
TagsBolognaTerzicThiago Motta

BOLOGNA - Tante situazioni in ballo e soprattutto in divenire per quanto riguarda l’esterno sinistro di difesa, nel limite del possibile Giovanni Sartori e Marco Di Vaio priviligeranno quella più congeniale dal punto di vista sia tecnico che caratteriale alla squadra, anche alla luce di quello che è il pensiero di Thiago Motta, poi nel caso in cui non riuscissero a fare bingo ecco che chiuderebbero una delle soluzioni alternative, ritenute tuttavia altrettanto affidabili e costruttive. Come d’altra parte è accaduto in estate per il giovane difensore centrale austriaco Stefan Posch, che ricordiamolo è stato addirittura la quarta scelta (dopo Balerdi del Marsiglia, Schuurs a quel tempo dell’Ajax e ora al Torino, e Daniliuc allora del Nizza e oggi alla Salernitana), e poi tutti avrete potuto vedere qual è il suo spessore e anche quella che è stata la sua crescita da agosto a oggi. Tornando al terzino sinistro non è un segreto che la priorità del Bologna sia rappresentata da Aleksa Terzic della Fiorentina, ma va anche sottolineato come la rottura (secondo un paio di quotidiani spagnoli, badate bene) che ci sarebbe stata tra Toni Lato e il Valencia in queste ultime ore avrebbe aperto un altro varco entro il quale buttarsi per Sartori e Di Vaio. Che continuano a non perdere di vista anche le strade che conducono a Pietro Beruatto del Pisa e a Riccardo Calafiori, ex Roma, il cui cartellino appartiene attualmente al Basilea. 

Bologna in campo per la Roma: si ferma De Slivestri

Gli ostacoli da superare

Ieri Motta sull’argomento mercato è stato estremamente chiaro, «sappiamo quello che vogliamo e dove lavorare eventualmente per migliorarci», che è un concetto del tutto sposato anche da parte dell’area tecnica. Da settimane Sartori sta parlando con Joe Barone e Daniele Pradè per il terzino sinistro Terzic, che la Fiorentina non vorrebbe cedere essendo per Vincenzo Italiano la prima alternativa di Biraghi, ma il fatto che fin qua questo ragazzo serbo del ’99 abbia trovato pochi spazi può almeno in parte rendere meno complicato il lavoro dei capi rossoblù, anche perché lo stesso Terzic ha capito che a Bologna giocherebbe con maggiore continuità. Detto che potremo saperne di più nel giro di una decina di giorni, nel frattempo Sartori e Di Vaio continueranno a mantenere monitorata anche la querelle relativa al contratto di Lato con il Valencia, in scadenza nel prossimo giugno. Che il club spagnolo voglia monetizzare la sua eventuale cessione a gennaio è sicuro, ma quali saranno questi numeri? Inutile nascondere come queste risposte potrebbero diventare fondamentali per il proseguo della trattativa, non dimenticando anche come Lato stia chiedendo almeno per il momento un ingaggio di circa 1,5 milioni di euro. Tanti, troppi per il Bologna. Chiudiamo con Beruatto e Calafiori: per il primo, classe ’98, il Pisa pretende sui 2 milioni mentre per il secondo, 20 anni, il Basilea vorrebbe sui 4 milioni, con la speranza che la squadra interessata al ragazzo cresciuto a Trigoria possa cambiare idea e di conseguenza scappare via. 

Thiago Motta: "Pelè? Ricordo quando mio padre..."
Guarda il video
Thiago Motta: "Pelè? Ricordo quando mio padre..."


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti