Dragusin ha scelto il Tottenham: vola a Londra per le visite mediche

Scelta definitiva per il centrale del Genoa che ripartirà dalla Premier League: questa mattina viaggio per la nuova destinazione

Alla fine Radu Dragusin ha scelto il Tottenham. Il difensore del Genoa è partito questa mattina per Londra per sostenere le visite mediche col suo nuovo club. Sta per cominciare la sua nuova avventura. Dalla Serie A alla Premier League. Ad attenderlo un nuovo campionato dopo l'ottimo avvio con la squadra di Gilardino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dragusin e il mercato: la scelta definitiva

Dragusin ha vissuto settimane intense: oltre al pressing del Tottenham ci aveva provato anche il Napoli e nelle ultime ore il Bayern Monaco aveva provato ad avvicinarsi al calciatore. Che alla fine ha scelto gli Spurs e ora è in viaggio per Londra. Sta per iniziare la sua nuova avventura. Visite mediche e poi la firma con il Tottenham. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dragusin, il retroscena su Napoli e Milan

Il procuratore di Dragusin, Florin Manea, ha anche rivelato della corte del Bayern Monaco, confermando l'interesse del club tedesco: "Non possiamo credere di aver rifiutato il Bayern. Ma Radu aveva dato la sua parola al Tottenham e ha scelto di rispettarla nonostante l'offerta del Bayern fosse più alta. Ma è arrivata solo ieri sera. Magari in futuro...Siamo ancora tutti un po' sconvolti. Lo volevano anche Napoli e Milan, ma sin da bambino il suo sogno era giocare in Premier League" le sue dichiarazioni rilasciate a Gazeta Sporturilor.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alla fine Radu Dragusin ha scelto il Tottenham. Il difensore del Genoa è partito questa mattina per Londra per sostenere le visite mediche col suo nuovo club. Sta per cominciare la sua nuova avventura. Dalla Serie A alla Premier League. Ad attenderlo un nuovo campionato dopo l'ottimo avvio con la squadra di Gilardino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Dragusin ha scelto il Tottenham: vola a Londra per le visite mediche
2
Dragusin e il mercato: la scelta definitiva
3
Dragusin, il retroscena su Napoli e Milan