Dopo Skriniar, per l’Inter Djalò salvagente, Becao conteso

Difesa da rinforzare: il portoghese è un'idea a sorpresa, per il brasiliano c’è la concorrenza del Napoli e dei club della Premier
Dopo Skriniar, per l’Inter Djalò salvagente, Becao conteso
3 min
Eleonora Trotta
Tagscalciobecãodjalo

Il restyling estivo della difesa è già cominciato. L’Inter è da tempo proiettata sulla ricerca del sostituto di Skriniar, che nei piani dei dirigenti nerazzurri dovrà essere giovane, talentuoso e possibilmente duttile. Il preferito resta così Giorgio Scalvini dell’Atalanta. Il 19enne dei bergamaschi metterebbe d’accordo tutti a Milano, visto che può giocare indifferentemente sia a quattro sia a tre. Ma il suo costo, sui 40 milioni di euro, spaventa eccome l’ad Marotta e il ds Ausilio. Si tratta di un acquisto che risolverebbe molti problemi, ma impossibile da realizzare nella sessione invernale e comunque molto difficile anche la prossima estate. Qualche vantaggio (e quindi qualche speranza) ci sarebbe. Il primo: tra ammortamento e ingaggio l’operazione Scalvini inciderebbe sul bilancio meno del rinnovo di Skriniar (6 milioni di euro a stagione più bonus). Il secondo: il costo complessivo dell’affare diminuirebbe con l’inserimento del cartellino di Giovanni Fabbian, giovane centrocampista di proprietà dell’Inter in prestito alla Reggina in serie B e molto stimato dall’Atalanta. Non solo. L’ad Marotta potrebbe giocarsi anche la carta Samuele Mulattieri, bomber del Frosinone di proprietà dei meneghini e nel mirino di mezza Serie A. A giugno dovrebbe ritornare alla base, ci sono tante richieste ma l’Atalanta resta la squadra che si è fatta avanti con più decisione.

Supercoppa, che festa per l'Inter in Arabia Saudita!
Guarda la gallery
Supercoppa, che festa per l'Inter in Arabia Saudita!

Dall’Italia

Nei radar della società di Zhang resta ovviamente Perr Schuurs del Torino, che per caratteristiche non è considerato un vero e proprio sostituto di Skriniar, ma un centrale valido, affidabile e con ampi margini di miglioramento. Pagato la scorsa estate dai granata circa 11 milioni con bonus, l’olandese è valutato sui 25 ma il suo prezzo può essere abbassato magari sfruttando la carta Lazaro. Certo, l’infortunio dell’esterno austriaco non aiuta al momento ma la sua situazione potrebbe essere approfondita più avanti. Nei radar dell’Inter resta poi Rodrigo Becao dell’Udinese. Il difensore brasiliano, in scadenza nel 2024, ha rifiutato anche l’ultima proposta dal club di Pozzo perché spera appunto di fare il salto in una big italiana o straniera. Parliamo di un centrale moderno, apprezzato per la sua personalità e bravo anche nel gioco aereo. A Milano viene quindi considerato perfetto per lo schieramento a tre, ma per l’Inter non sarà eventualmente facile strapparlo all’Udinese: oltre alle manifestazioni di interesse da parte del Napoli, ci sono stati infatti diversi sondaggi dalla Premier League.

Ex Milan

In caso di partenza di Skriniar a gennaio, l’Inter valuta invece l’ingaggio di un centrale low cost, senza trascurare la pista che porta a Tiago Djaló del Lilla. Il difensore portoghese ex Milan sta facendo molto bene in Francia ed è da tempo monitorato anche dal Napoli e in Premier League. Costa sui 20 milioni di euro e la lista di corteggiatori è destinata ad aumentare. L’operazione, quindi, andrebbe fatta subito o in tempi non troppo lunghi.


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti