Sucic, chi è il nuovo Milinkovic che piace alla Lazio

Mezzala, 19 anni, è nato in Austria ma è croato. I biancocelesti provano a superare una folta concorrenza per arrivare al gioiello del Salisburgo
Sucic, chi è il nuovo Milinkovic che piace alla Lazio© Getty Images
4 min
Daniele Rindone
Tagssucic

ROMA - Il nuovo Milinkovic, titolo ambito. Dalla pila di candidati (veri o presunti) al ruolo di alter ego del Sergente emerge l’identikit di Luka Sucic, golden boy di 19 anni, mezzala del Salisburgo, fabbrica di talenti, supermarket internazionale. È nato in Austria, ma è croato e per la Croazia ha scelto di giocare. È alto 1,85, qualche centimetro in meno di Sergej. È da mesi nei radar del diesse Tare come papabile per raccogliere (eventualmente) l’eredità del serbo. Il Sergente aspetta notizie dalla Lazio e dal manager Kezman, finora hanno raccolto solo interessamenti, nessuno ha presentato offerte ufficiali. Tare, durante il viaggio a Londra della scorsa settimana, ha incontrato il Chelsea e nei discorsi è entrato anche Milinkovic. I Blues non si sono esposti più di tanto, il mercato in entrata non è ancora decollato, ma hanno confermato di essere attenti all’evoluzione del caso. Dallo United, invece, è arrivata la conferma che il nuovo tecnico Ten Hag punta De Jong del Barcellona e su altri talenti olandesi ex Ajax. Richard Arnold, amministratore delegato degli inglesi, non ha confermato l’interesse per Milinkovic ammettendo che «il club sta facendo tutto il possibile per prendere De Jong».  

Lazio, le mosse di mercato: chi resta e chi va via
Guarda la gallery
Lazio, le mosse di mercato: chi resta e chi va via

Lazio, Sucic in caso di addio di Milinkovic

Sucic, 8 gol e 4 assist nell’ultimo campionato austriaco, è esploso da febbraio in poi. E’ giovanissimo, è classe 2002, 20 anni li compirà l’8 settembre. È un centrocampista duttile, fa la mezzala, può giocare da regista o trequartista. Nel Salisburgo indossa il numero 21, lo stesso di Milinkovic nella Lazio. Ha visione di gioco, rapidità in fase di costruzione, gioca spesso di prima, è un aspetto che piacerebbe a Sarri. È mancino, illumina i corridoi in profondità. Ha una valutazione di almeno 10 milioni, è sotto contratto fino al 2025. Sulle sue tracce nei mesi scorsi c’erano Juve, Milan, United e Liverpool, nessuno finora ha affondato il colpo. Nel Salisburgo è allenato da Matthias Jaissle, allievo di Rangnick, ex allenatore dello United (l’avrebbe voluto portare in Premier). Da Salisburgo hanno spiccato il volo Haaland, Mané e Szoboszlai (per anni seguito dalla Lazio proprio come nuovo Milinkovic). Anche Upamecano e Haidara, Keïta e Daka, Caleta-Car e Lainer. Il club austriaco ha vinto nel 2017 la Youth League, la Champions under 20. 

Mercato Lazio, Sucic scuola Salisburgo

Sucic ha fatto la trafila nell’accademia del Salisburgo, lo ha scoperto nel 2016, quando giocava nell’Union Edelweiss, piccola realtà con base a Linz. Entra nella lista dei possibili sostituti di Sergej. Si conosce già il papabile che prenderebbe il posto di Luis Alberto, è Benjamin Bourigeaud del Rennes, 28 anni, scadenza 2023, ha rifiutato una nuova offerta di rinnovo, aspetta di capire cosa succederà a Formello. In corsa va tenuto Ilic del Verona, ma la valutazione di 18 milioni è ritenuta esagerata. Sarri e i tifosi sperano che Milinkovic e Luis Alberto non si muovano. Se partirà anche solo uno dei due, la Lazio ha pronti i piani d’intervento. 

Infantino a Formello: l'incontro con Lotito e Joe Barone
Guarda la gallery
Infantino a Formello: l'incontro con Lotito e Joe Barone

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti