Lazio, Pellegrini in sospeso. Vice Immobile, Sarri spera ancora

Il club biancoceleste lavora alla cessione di Fares. In entrata possibili occasioni low cost
Lazio, Pellegrini in sospeso. Vice Immobile, Sarri spera ancora© Getty Images
3 min
Daniele Rindone

ROMA - Lotito, senatore-sanatore, ha riacceso gli altoparlanti. Ieri si è difeso dalle accuse politiche scatenate dall’emendamento salva-calcio (diventato salva-sport) che ha permesso alla Lazio e agli altri club morosi di rateizzare i debiti col Fisco sommati dopo la pandemia: «Non si tratta di una norma che “regala”, tutti pagano quello che devono pagare». Lui in primis, giovedì ha versato tre rate in un’unica soluzione, somma imprecisata, dovrebbe superare i 5 milioni di euro. In 5 anni i pagamenti continueranno ogni mese per circa un milione o poco meno. Sono soldi che avrebbero fatto comodo sul mercato o per sbloccare l’indice di liquidità negativo. L’unico modo per comprare, è diventato un ritornello da quasi due anni, è vendere o quantomeno cedere. Non è bastata la cessione di Kamenovic allo Sparta Praga in prestito gratuito senza riscatto: il serbo guadagnava 300 mila euro lordi, rintracciare un nuovo terzino pronto per l’uso con parametri economici così bassi non è semplice. Lotito sta provando a vendere Fares tramite gli stessi procuratori di Luca Pellegrini, terzino della Juve in prestito all’Eintracht. C’era stato un sondaggio della Salernitana, potrebbe interessare al Bologna. S’era fermato a metà dicembre per una contrattura, viene assicurato che in un paio di settimane ritroverà la forma migliore. Fares guadagna 1,2 milioni, da qui a giugno ne deve percepire la metà. E’ una cifra che sommata a quella di Kamenovic permetterebbe di acquistare un terzino. Gli scenari. Pellegrini guadagna 3 milioni, metà stipendio lo copre la Juve, l’Eintracht salda la parte restante. L’esterno romano, che dichiara fede laziale, è disposto a decurtarsi lo stipendio pur di sposare la Lazio e di rientrare nei parametri dettati dall’indice di liquidità. Serve l’assenso della Juve per l’eventuale trasferimento, ad oggi non sembra esserci, non vuole rinforzare i biancocelesti. Lotito ha avuto dei contatti con il manager Enzo Raiola, probabilmente ci sarà un incontro dopo Capodanno. Lo staff di Pellegrini lavora per portarlo a Roma in prestito biennale o comunque fino al 2024 (è in scadenza nel 2025). Sarri preferisce Parisi dell’Empoli, ma ha bisogno di un terzino. Mau vorrebbe anche un vice Ciro, ha chiesto alla società di valutare eventuali offerte low cost. E’ stato proposto Bonazzoli (Salernitana), non rientra nei parametri (1,5 milioni di ingaggio). Si riparla di Sanabria (Torino), nessuna conferma. Il mercato resta legato ai casi Luis Alberto (valuta il Cadice, sogna l’Atletico Madrid) e Milinkovic (Arsenal in agguato).


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti