Lazio, Pellegrini aspetta il via. Fares lo blocca

Il terzino romano spinge, vorrebbe lasciare la Bundes in tempi brevi ma l’algerino è ancora a Formello
Lazio, Pellegrini aspetta il via. Fares lo blocca© Getty Images
4 min
Daniele Rindone
ROMA - Fares blocca tutto e tutti. Non ci sono offerte ufficiali, i suoi manager provano a tenere calda la pista Salernitana, ma s’è raffreddata dopo che era stata intavolata l’ipotesi di scambio con Bonazzoli. E allora Lotito potrebbe riprovare a piazzare Hysaj all’estero, soluzione fallita in estate. Sono tutte mosse tese a sbloccare l’indice di liquidità e a favorire l’arrivo di Luca Pellegrini dall’Eintracht, con il beneplacito della Juventus. Serve un’uscita in mancanza di denaro immesso dal presidente.

Gli scenari

Lotito ieri sera era atteso a Formello, chissà che non abbia visto Sarri. Ogni occasione è buona per parlare anche di mercato. Pellegrini è una soluzione d’occasione, tecnica ed economica (almeno in prestito). Lotito ha dichiarato di lavorare a un colpo e ora tutti lo aspettano. Il presidente potrebbe aspettare i prossimi dieci giorni per decidere come intervenire. Pellegrini è lì che aspetta, il 21 ricomincerà la Bundesliga, l’Eintracht giocherà in casa contro lo Schalke. Ieri ha partecipato all’ultima amichevole del ritiro invernale e ha postato un messaggio: «Buona prova e buona vittoria per la parte finale di questo precampionato a Dubai». Vorrebbe che si arrivasse ad una soluzione in tempi brevi. L’Eintracht non mette ostacoli, la Juve starebbe aprendo al prestito con diritto di riscatto anziché con l’obbligo. Si ragionerebbe su un trasferimento fino al 2024, di un anno e mezzo (i prestiti superiori ad una stagione in Italia sono possibili grazie ad una deroga). Il nodo è l’ingaggio: 3 milioni. Fino a giugno metà stipendio lo pagherebbe la Juve, da luglio in poi (con un sconto del giocatore) andrebbe riconosciuto dalla Lazio. Pellegrini è seguito dagli storici collaboratori di Mino Raiola, stanno provando a chiudere una doppia operazione: Fares fuori, Pellegrini dentro. Gestiscono anche il terzino algerino. Fares si sta allenando da giorni agli ordini di Sarri, chissà se verrà convocato oggi per Reggio Emilia. Gli allenamenti sono una vetrina, dimostrano che è abile e arruolabile dopo uno stop di quasi un anno e l’ultima contrattura muscolare (risale a dicembre) risolta di recente.

L'attacco

Per il ruolo di vice Ciro s’era pensato a Bonazzoli, poi a Sanabria del Torino. Ma il punto è sempre lo stesso: un’uscita garantisce una sola entrata. La priorità di Sarri è il terzino sinistro, rinvierebbe a giugno l’arrivo del vice Immobile. Sanabria lascerà Torino se Shomurodov firmerà per i granata. Roma e Torino non hanno ancora raggiunto l’accordo sul prestito. I giallorossi vogliono l’obbligo, i granata il diritto di riscatto. Finora s’è registrata solo la cessione di Kamenovic, già in campo con lo Sparta Praga. E’ rimbalzata una foto del serbo con la fascia di capitano al braccio, è già entrato nelle rotazioni dei vice. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti