Napoli, mercato show dopo l'addio di Koulibaly: tutte le trattative possibili

La capitale della società azzurra è Dimaro: trattative, riunioni, call conference. Con una priorità
Napoli, mercato show dopo l'addio di Koulibaly: tutte le trattative possibili
3 min
Fabio Mandarini

DIMARO FOLGARIDA - Koulibaly è lontano, già a Los Angeles in tournée con il Chelsea, ma la capitale del mercato azzurro è Dimaro. Il quartier generale dello SportHotel Rosatti: De Laurentiis è arrivato giovedì e da quel momento ha cominciato a lavorare insieme con il ds Giuntoli e l'ad Chiavelli: nessuna apparizione pubblica, per il momento, e soltanto incontri. Reali e virtuali: la caccia all'erede di KK è aperta e l'obiettivo numero uno resta il coreano del Fenerbahce, Kim Min-jae, con il senegalese del Psg Abdou Diallo prima alternativa. Difesa ma anche attacco: appena sarà chiuso l'affare-Petagna con il Monza, il Napoli definirà con il Verona per Simeone

Mercato, Napoli all in

E allora, all-in: trattative, riunioni, call conference. Con una priorità: il difensore che dovrà sostituire Koulibaly. Il Rennes è un concorrente molto agguerrito per Kim, anche perché l'allenatore Genesio lo conosce sin dai tempi del Beijing Guoan, ma il Napoli accelera. Prova a respingere il blitz e attende fiducioso tenendo calda anche la pista che porta a Diallo, collega di Nazionale di KK: è fuori dai piani del Psg anche se è stato convocato per la tournée in Giappone. Ostigard, nel frattempo, è un acquisto ufficioso: lo scambio dei documenti con il Brighton è in fase conclusiva e poi il colpo sarà annunciato. La prossima settimana entrerà nel vivo anche l'operazione attacco: con il Monza si lavora alla cessione di Petagna e con il Verona all'acquisto del Cholito Simeone. Per quel che riguarda il portiere, il grande obiettivo è Keylor Navas del Psg: fermo restando la partecipazione dei francesi al suo maxi ingaggio. L'altro nome resta Kepa del Chelsea: stesso discorso di cui sopra. Nel frattempo, sfuma il caso-Politano: la situazione è più serena dopo un incontro tra Spalletti e il suo manager Giuffredi.     


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti