Corriere dello Sport

Coppa Italia

Vedi Tutte
Coppa Italia

Allegri: Juve, voglio restare. Battiamo il Barcellona

Allegri: Juve, voglio restare. Battiamo il Barcellona
© Getty Images

Il tecnico festeggia la finale di Coppa Italia: «Con oggi inizia la grande sfida di cercare di arrivare fino in fondo a tutte e tre le competizioni»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 5 aprile 2017 23:07

NAPOLI - «Bel risultato raggiunto dopo due bellissime partite, stasera ci siamo complicati la vita nel finale, noi non avevamo cambi davanti e non avevamo forza. Le partite non finiscono mai, già l'1-1 è arrivato quando eravamo un po' mosci, son dispiaciuto perché meritavamo di vincere ma sono contento per la finale di Coppa Italia, la terza consecutiva». Così Massimiliano Allegri a Rai Sport nel post partita del San Paolo. «Higuain? E' tornato dalla nazionale, si è allenato una settimana raggiungendo una buona condizione e si è visto, La palla non resa nel finale? Ci sono situazioni dove bisogna comportarsi in un certo modo, non spetta a me commentare, penso che dovremmo dare l'esempio per chi ci guarda».

BARCELLONA - «Stasera erano sette giocatori nuovi di movimento più il portiere. Partita giocata bene tecnicamente, Abbiamo preso tre gol per colpa nostra, in quei momenti bisogna essere più attenti, più svegli. Non sono preoccupato per i tre gol, basta vedere come sono arrivati, soprattutto il secondo che li ha rimessi in piedi. Ogni partita è diversa dalle altre: domenica non avevamo l'obbligo di vincere, oggi avevamo l'obbligo di fare gol, ogni incontro fa storia a sé anche e soprattutto per come le si prepara e se domenica abbiamo giocato male è solo perché ci è mancata la qualità tecnica per uscire dalla loro pressione. Oggi è iniziata la grande sfida di cercare di arrivare in fondo a tutte e tre le competizioni e di vincerle. Sabato dobbiamo battere il Chievo e poi avremo il Barcellona, una sfida da affrontare con grande entusiasmo».

HIGUAIN, LA COLPA FINALE

FUTURO - «Intenzioni per il futuro? Continuare con la Juventus, con la società non ci siamo ancora incontrati perché ci sono altre priorità. In due anni la squadra è stata cambiata ma mantiene grandi potenzialità, in giro non si trova molto di meglio...Ora penso a vincere più partite possibile e a riempire anche maggio, e per riempirlo bisogna battere il Barcellona. Cuadrado? Ha fatto molto bene, è stato bravo, soprattutto nel secondo gol».

BARCELLONA SHOW, TRIS AL SIVIGLIA

Articoli correlati

Commenti