Milan, Gattuso: «Il derby contro l'Inter? Come una finale Mondiale»

Il tecnico dei rossoneri in vista della sfida dei quarti di finale di Coppa Italia: «La partita di domani può cambiare la stagione a livello mentale e di risultati»
Milan, Gattuso: «Il derby contro l'Inter? Come una finale Mondiale»© LaPresse

MILANO - Per il Milan il derby di domani nei quarti di finale di Coppa Italia "in questo momento è come una finale di Coppa del Mondo". La vede così Rino Gattuso, campione del mondo 2006 e ora in cerca di una via d'uscita dalla crisi alla guida dei rossoneri. "La partita di domani può cambiare la stagione a livello mentale e di risultati, ne sono sicuro" ha spiegato l'allenatore a Milan TV. Gattuso ha ammesso che la pressione psicologica "si tocca con mano". "La squadra alla prima difficoltà comincia a fare il compitino. Dobbiamo resettare tutto - ha aggiunto - Domani giocheremo in casa, in uno stadio pieno, dobbiamo dare sensazioni positive ai nostri tifosi. Abbiamo il dovere di far tornare l'entusiasmo che c'era due mesi fa". L'allenatore ha spiegato di non sentirsi abbattuto, "altrimenti non sarei qua" ma ha ammesso che pensava "servisse meno tempo per mettere da parte la paura e la negatività della squadra. Ad oggi, non pensavo di metterci così tanto. Stiamo pagando ogni episodio a caro prezzo. A livello di gioco - ha aggiunto - creiamo tanto, poi subiamo l'avversario in fasi che abbiamo studiato in preparazione".

Ultime notizie Coppa Italia - Corsport Tv

Inter e Milan sono reduci da due sconfitte in campionato, ma secondo Gattuso sono i nerazzurri a presentarsi nelle migliori condizioni al derby di domani che vale un posto in semifinale di Coppa Italia. "Le loro prime due sconfitte sono arrivate solo a dicembre, l'Inter ha vissuto momenti esaltanti e hanno una classifica importante - ha notato l'allenatore rossonero, intervistato da Milan Tv -. Ci arrivano meglio loro, ma è una partita a sé ed abbiamo il dovere di non sbagliarla". "Il derby è una partita a sé, il bel gioco non serve a nulla, ci vuole 'garra', come dicono i sudamericani, grandissima voglia, senso di appartenenza, ognuno deve metterci qualcosa in più, altrimenti la vittoria non arriva", ha aggiunto Gattuso, secondo cui "le chiavi sono Perisic e Candreva, esterni da bloccare in fase di ripartenza e transizione", mentre per Icardi "non ci sarà nessuna copertura a uomo, vogliamo tenere di reparto".

Commenti