Coppa Italia, Juve-Sampdoria 4-1: Allegri ai quarti di finale

Cuadrado sblocca su punizione, Rugani raddoppia ad inizio ripresa. Conti accorcia le distanze al primo tiro in porta ospite, ma le speranze di rimonta vengono spente dal tris di Dybala e dal rigore trasformato da Morata
Coppa Italia, Juve-Sampdoria 4-1: Allegri ai quarti di finale© ANSA
TagsJuventusSampdoriacoppa italia

La Juventus domina in casa contro la Sampdoria, vince 4-1 e conquista i quarti di finale di Coppa Italia che disputerà con la vincente tra Sassuolo e Cagliari (in programma domani alle 17.30). La resistenza ospite alle sortite offensive bianconere dura 25 minuti, quando Cuadrado trova l'1-0 su punizione. Morata segna subito dopo, ma viene fermato dal Var e nei minuti finali del primo tempo dal portiere blucerchiato Falcone, bersagliato protagonista di numerosi salvataggi. Ad inizio ripresa raddoppia Rugani di testa, la Juve abbassa per la prima volta la guardia e subisce il gol di Conti al 63'. Il tentativo di rimonta si spegne quattro minuti dopo quando il subentrato Dybala sfrutta un retropassaggio sbagliato e sigla il 3-1 a cui segue il poker con il rigore conquistato dal talentuoso Ake e trasformato da Morata per gentile concessione della Joya.

Conti spaventa la Juve, Dybala porta Allegri ai quarti di Coppa Italia
Guarda la gallery
Conti spaventa la Juve, Dybala porta Allegri ai quarti di Coppa Italia

Cuadrado sblocca su punizione, Var e Falcone negano il gol a Morata

Possesso e baricentro alto fin dai primi minuti per la Juve, che si avvicina tanto alla porta difesa da Falcone senza rendersi realmente pericolosa. Al 14' però l'estremo difensore ospite deve impegnarsi su una conclusione provata da un ispirato Cuadrado dal limite dell'area. Passano undici minuti e il risultato si sblocca proprio grazie al talento colombiano che con una punizione rasoterra deviata beffa Falcone e firma meritatamente l'1-0. La prima azione offensiva successiva al vantaggio porta subito al raddoppio di Morata, annullato dal Var per un precedente fallo di Rabiot. Nessuna reazione della Sampdoria, che continua a subire senza ruscire a venir fuori dalla pressione bianconera. Al 39' Falcone salva d'istinto su una deviazione ravvicinata di Rugani e si ripete al secondo minuto di recupero del primo tempo, quando nega il 2-0 a Morata.

Rugani raddoppia, Conti accorcia le distanze, poi Dybala e Morata

Il secondo tempo segue lo stesso copione del primo e dopo averci provato per due volte, Rugani riesce a segnare di testa, indirizzando il pallone verso il palo più lontano: è 2-0. Al 62' Chiellini e Dybala prendono il posto di Danilo e Kulusevski e un minuto dopo arriva, a sorpresa, la splendida rete di Conti che accorcia le distanze sfruttando la prima ingenuità difensiva dei padroni di casa. L'esterno realizza il 2-1 poco prima di lasciare il campo insieme a Thorsby e Torregrossa per far posto a CandrevaVieira e Gabbiadini. Appena la Sampdoria inizia a credere al pareggio ecco un passaggio sbagliato del portiere Falcone che permette a Locatelli di intercettare la palla e mettere in condizione Dybala di scaricare sul primo palo e ristabilire i due gol di distanza al 67'. Ad un quarto d'ora dal 90' finisce anche la partita di Arthur e Cuadrado ai quali subentrano Bentancur ed Ake. Quest'ultimo conquista subito un calcio di rigore: dal dischetto si presenta Morata che non sbaglia e fissa il 4-1. Al poker segue la prima ammonizione dal match per Alex Sandro e l'ingresso in campo di Kaio JorgeDragusin e Ciervo al posto di Morata, Augello e Caputo. Nei minuti finali nessun colpo di scena, ma solo altre due ammonizioni per Rincon e Vieira. Il triplice fischio sancisce la vittoria della Juventus che ha dominato la partita contro una Sampdoria in evidente difficoltà.

JUVE-SAMPDORIA 4-1: STATISTICHE E TABELLINO

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti