Mancini: «Resto, ma la Juve è lontana»

Il tecnico dell'Inter, ospite a Sky, ha parlando anche di Banega, ha lodato Eder e ha pronosticato un'Italia in semifinale a Euro 2016.

© Inter via Getty Images
Andrea Ramazzotti

MILANO - Se qualcuno aveva ancora dubbi, dopo ieri sera non li avrà più. Roberto Mancini sarà l’allenatore dell’Inter anche la prossima stagione: lo ha confermato lui ieri sera intervenendo alla trasmissione “Calciomercato - L’originale” su Sky. “C’è il minimo rischio che non sia l’allenatore dell’Inter nella prossima stagione? No questo non credo proprio. Nella vita può succedere tutto, ma questa cosa non succederà. Se domani l’Inter non vende tutti i suoi giocatori migliori, non succederà. Non ci siamo incontrati con la società perché non ci sono stati i tempi, ma i dirigenti stanno portando avanti le trattative e ci vorrà un po’ di tempo”.

TUTTO SULL'INTER - INTER, CIAO JOVETIC

SUNING E MERCATO – Con i cinesi i tifosi nerazzurri sognano, ma Mancini è stato cauto. “Adesso dobbiamo aspettare e vedere quello che succederà perché è inutile parlarne adesso. Davvero è inutile: non posso dire niente perché non so niente e direi cose inesatte. Non ho avuto contatti con nessuno del Suning e non saprei cosa dirvi. Se uno vuole cercare di vincere, deve trovare una società che voglia investire e che abbia il suo stesso obiettivo. Vedremo quello che accadrà qui all’Inter, ma io ho intenzione di riportarla in alto”. Ancora sul mercato: Candreva vuol venire all’Inter? Ci fa piacere che giocatori bravi si aspettino di giocare nell’Inter, ma non è dovuto a me, è dovuto all’Inter che è un grande club. Tutti hanno ambizione di giocare qui. Banega? Mi sembra che in questo momento giochi in una posizione a metà tra centrocampo e attacco, come una mezza punta libera di muoversi. Lui inizia l’azione e poi va a concludere. Non ha un ruolo ben definito, è un centrocampista offensivo che arretra per iniziare l’azione, credo che sarà questo anche all’Inter”.

CALCIOMERCATO LIVE - TUTTO SU EURO 2016

JUVENTUS LONTANISSIMA – Anche il prossimo anno secondo Mancini la Juve sarà favorita: “Le altre sono un po’ ferme sul mercato. La Juve era la più forte e se si rinforza come sta facendo, con Pjanic che è un grande giocatore, con Dani Alves, che porterà qualcosa in più, e magari con la conferma di Morata, partirà favorita, molto favorita. Bielsa alla Lazio? E’ un tecnico straordinario e porterà qualcosa di speciale se la Lazio lo prenderà. È uno studioso di calcio incredibile, conosce tutte le tattiche e ne usa decine. L’accoppiata con Lotito? No, lui non lo conosco”.

BRAVO EDER - Finale con i complimenti per il suo attaccante e la Nazionale. Eder è un professionista serissimo, un ragazzo per bene. Ha avuto la sfortuna di arrivare all’Inter nel nostro momento peggiore ed è stato sfortunato all’inizio, ma ha sempre giocato bene. Purtroppo non ha fatto molti gol, ma è stato l’unico problema. Abbiamo sempre avuto fiducia in lui e sono felicissimo che abbia fatto un gol importante. A Euro 2016 le migliori arriveranno tutte agli ottavi e da lì si comincerà a fare sul serio. Credo che Italia, Spagna, Germania e Francia possano essere le semifinaliste se non ci saranno incontri tra di loro prima”.

Commenti