Europei, Svizzera-Turchia 3-1: commento al risultato partita

Gli uomini di Petkovic vincono, ma chiudono alle spalle di Italia e Galles. Per passare devono sperare di rientrare tra le migliori terze
Europei, Svizzera-Turchia 3-1: commento al risultato partita© EPA

BAKU - La Svizzera batte la Turchia 3-1, raggiunge il Galles in classifica, ma per la differenza reti, non riesce a scavalcare Ramsey e compagni, chiudendo al terzo posto. Per sperare nella qualificazione agli ottavi di finale, gli uomini di Petkovic, devono attendere e sperare di rientrare tra le quattro migliori terze. Contro i turchi splendida doppietta di Shaqiri e rete di Seferovic. Per gli uomini di Gunes gran gol di Kahveci.

Svizzera-Turchia, tabellino e statistiche

Svizzera-Turchia: le scelte dei tecnici

L'attenzione si divide tra Baku e Roma. Entrambe le squadre sono obbligate a vincere, sperando di ricevere buone notizie dallo stadio Olimpico. Petkovic non cambia il reparto offensivo, confermando Shaqiri dietro alla coppia Embolo-Seferovic. Gunes lancia il centrocampista del Sassuolo Ayhan in mediana con Tufan, Kahveci, Calhanoglu e Under alle spalle di Burak Yilmaz.

Euro 2020, il calendario

Svizzera subito avanti, Seferovic e Shaqiri firmano il 2-0

Avvio subito aggressivo della Turchia che ci prova al 3' con il tiro da fuori di Ayhan, ma Sommer si distende e protegge la sua porta. Nonostante la buona partenza è la Svizzera a sbloccare la partita: al 6' passaggio di Zuber per Seferovic che riceve palla di spalle alla porta al limite dell'area, si gira e fa partire un gran sinistro da fermo sul quale il portiere turco non può nulla. La squadra di Gunes accusa il colpo mentre quella di Petkovic inizia a giocare in scioltezza trovando ottime occasioni come il cross di di Shaqiri sul quale però Seferovic non trova l'aggancio. La Turchia prova a reagire sfruttando il gioco sulle fasce di Ünder ma è di nuovo la Svizzera a trovare la via del gol. Al 26' Zuber fornisce il suo secondo assist della partita per Shaqiri che batte Cakir con un bellissimo destro a giro sotto l'incrocio. Ancora Shaqiri pochi minuti dopo: Seferovic lancia palla per il giocatore del Liverpool che si ritrova a tu per tu con il portiere turco che però stavolta riesce a bloccarlo. La Turchia si porta in avanti al 33' con il tiro da fuori area di Müldür, ma Sommer difende ancora una volta bene la sua porta. Nel finale c'è solo la squadra di Gunes che cerca disperatamente la rete per accorciare le distanze e a rendersi pericoloso è ancora il terzino del Sassuolo con un destro da dentro l'area, il portiere della Svizzera però è insuperabile. Il primo tempo si chiude cosi con il doppio vantaggio della squadra di Petkovic.

Prodezza di Kahveci, doppietta di Shaqiri

Le notizie che arrivano da Roma, con gli azzurri in vantaggio sul Galles, regalano speranza alla Svizzera, che dopo aver raggiunto i gallesi al secondo posto in classifica, ora cercano di superarli attraverso la differenza reti. Nei primi sei minuti gli uomini di Pektovic ci provano due volte: prima con Zuber, poi con Embolo, ma in entrambe le occasioni il portiere Cakir risponde presente. All'undicesimo Embolo ruba palla, entra in area e scarica per Shaqiri, che dal dischetto del rigore calcia alle stelle. Al quindicesimo grande giocata di Seferovic, che salta due uomini e calcia con il destro: Cakir si supera e devia in angolo. Il match è un monologo svizzero, ma al diciassettesimo arriva la prodezza di Kahveci: il centrocampista del Fenerbahce supera due uomini e dal limite dell'area disegna una traiettoria magica che si spegne sotto l'incrocio. Il primo gol in questi Europei per la Turchia. Una doccia fredda per la Svizzera, che sembrava padrona del campo. Gli uomini di Petkovic però non si scoraggiano: sfiorano il gol con Zuber e Seferovic, poi (al ventiduesimo) trovano la rete del 3-1 con Shaqiri, che dal dischetto del rigore sfrutta il terzo assist di Zuber. 

Xhaka, palo clamoroso

Per sperare nel secondo posto la Svizzera avrebbe bisogno di segnare ancora e sperare in aiuti dall'Italia. Petkovic richiama in panchina Shaqiri e Seferovic (sostituiti da Benito e Vargas). Ad un quarto d'ora dal termine palo clamoroso di Xhaka, su calcio di punizione. Negli ultimi dieci minuti forcing sterile degli svizzeri. Solo Vargas, nel recupero, crea un pericolo, con un'incursione pericolosa: finisce 3-1. Gli elvetici chiudono al terzo posto dietro Italia e Galles. Per raggiungere gli ottavi, devono sperare di rientrare tra le quattro migliori terze classificate.

Euro 2020, le classifiche

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti