Hakimi dall’Inter al Psg, Marotta: “Un giorno ed è fatta”

L'amministratore delegato dei campioni d'Italia ha parlato della situazione della squadra: "Non vorremmo vendere altri giocatori"
Hakimi dall’Inter al Psg, Marotta: “Un giorno ed è fatta”© LaPresse
3 min
TagsMarottaInterHakimi

RIMINI - L'amministratore delegato dell'Inter Giuseppe Marotta ha parlato della situazione della società in questa sessione di mercato confermando la partenza di Hakimi verso Parigi. Il terzino ex Real Madrid ormai è ad un passo dal trasferirsi al Paris Saint-Germain, lo stesso Marotta ha parlato così ai microfoni di Sky Sport 24 della trattativa: "La cessione di Hakimi è in fase conclusiva, nel giro di un giorno dovrebbe essere chiusa. Trasferimento doloroso, ma come amministratore ho l'obbligo di interpretare le linee guida della proprietà - aggiunge - La cessione di Hakimi ci permetterà di respirare un pochino e vorremmo tanto non dover vendere altri giocatori e mantenere l'organico".

Hakimi-Psg, trasferimento storico per l'Inter
Guarda il video
Hakimi-Psg, trasferimento storico per l'Inter

Marotta: "Puntiamo sempre in alto"

Malgrado una situazione economico societaria non semplice non cambiano gli obiettivi dell'Inter: "Dobbiamo tenere alto il vessillo del club perché lo dice la sua storia. Poi è scontato che siamo in un momento di contrazione economica, ma dove non arrivano i soldi devono arrivare competenza, creatività, insieme ad altre qualità che servono se si vuole un team vincente" ha dichiarato Marotta.

Marotta: "Eriksen, prima l'uomo poi il calciatore"

L'Ad dei neo campioni d'Italia ha parlato anche di Christian Eriksen e della sua situazione: "Non ho parlato direttamente con lui per rispettare la privacy. Ma i medici sono in contatto. Vogliamo ritrovare l'Eriksen uomo oltre che il calciatore. L'intervento sul campo è stato provvidenziale e questa è stata la cosa più bella. Noi vogliamo che recuperi la sua salute".

Marotta: "Inzaghi, grande senso di appartenenza"

Simone Inzaghi è la nuova guida tecnica dei narazzurri dopo l'addio di Antonio Conte, Marotta è già entusiasta dell'ex Lazio: "Auspico che Inzaghi sia l'erede di Conte sul piano dei risultati e professionale. Con lui c'è un confronto quotidiano, poi a sentirlo è più Piero Ausilio. Però in queste prime settimane ha dimostrato un grande senso di appartenenza" e su Conte: "Non sento Antonio da un po' di tempo, è in vacanza e vogliamo riconoscergli la vacanza come i risultati straordinari e la cultura del lavoro che ha portato".

Mercato Inter, rebus Martinez: parte o resta?
Guarda il video
Mercato Inter, rebus Martinez: parte o resta?


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti