Mancini:
© Getty Images
Italia
0

Mancini: "Bonucci, non so cosa sia successo, deve stare più attento"

Il ct dell'Italia in conferenza stampa alla vigilia della partita di qualificazione a Euro2020 contro gli scandinavi torna a parlare dell'episodio tra il capitano azzurro e Karapetyan. Sul match di domani: "Sicuramente hanno una condizione migliore, ma siamo venuti qui per vincere. Pellegrini? Ci sono possibilità che possa giocare in mezzo, più che in avanti"

TAMPERE (FINLANDIA) - Dopo il successo per 3-1 contro l'Armenia di giovedì, l'Italia affronterà domani la Finlandia nella gara valida per le qualificazioni a Euro2020. Gli azzurri guidano il Gruppo J a punteggio pieno, ma domani sono chiamati alla prova del nove contro gli scandinavi, secondi a soli tre punti di distanza. Dopo la sconfitta all'esordio proprio contro l'Italia (2-0), la Finlandia non ha più perso. Una sfida dunque complicata per gli azzurri. È dello stesso avviso Roberto Mancini, che nella conferenza stampa della vigilia dichiara: "La Finlandia dice che vuole fare l'impresa? Sicuramente hanno una condizione migliore, stanno facendo bene, non subiscono gol in questo stadio da molte partite. È una squadra quadrata, compatta. Sarà una partita molto difficile. Ma siamo venuti qui per vincere, come lo vogliono loro lo vogliamo noi. Sarà una partita sicuramente tosta, vedremo chi avrà la meglio".

Nessuna indicazione sull'11 titolare: "Aspetto l'allenamento di oggi e la rifinitura di domattina per vedere le condizioni. Faremo sicuramente dei cambi, qualche giocatore stanco c'è. È ancora tutto da vedere". Dopo il gol contro l'Armenia dovrebbe essersi guadagnato una maglia per la sfida di domani il giallorosso Lorenzo Pellegrini: "Ci sono possibilità che possa giocare in mezzo, probabilmente, più che in avanti. L'attacco? Vale lo stesso discorso, vediamo come stanno Belotti, Chiesa e Bernardeschi - continua Mancini - . Siamo ad inizio stagione, i giocatori non sono al meglio, disputare due partite in due giorni con due viaggi è abbastanza pesante. Ora segniamo con più continuità, ma la cosa strana era prima, creavamo diverse occasioni senza fare gol. Se possiamo continuare a farne, è meglio".

"Bonucci deve stare più attento"

Nel corso della conferenza stampa Mancini è anche tornato sulla vicenda che ha visto coinvolti Bonucci e l'armeno Karapetyan, espulso nell'occasione: "Non so se Bonucci sia stato colpito, l'arbitro era a due passi e non so se ha visto bene. Credo che qualcosa può averla fatta e, dal momento che è il capitano, deve fare più attenzione. Non ho parlato con lui e non ho esaminato questa situazione, speravo non fosse espulso. Dobbiamo vincere per il ranking e qualificarci prima possibile - continua il ct dell'Italia - , in modo da sfruttare l'oppurtunità di inserire qualche giovane nuovo". 

Karapetyan attacca Bonucci: "Vergognoso quello che ha fatto"

Le parole di Jorginho

In conferenza stampa, insieme a Roberto Mancini, c'era il centrocampista ex Napoli Jorginho, che a proposito della sfida di domani commenta: "A prescindere da chi domani giocherà, per le nostre caratteristiche, andremo in campo in cerca di un solo risultato: la vittoria. Non so cosa farà il tecnico, ma ha buone scelte. Non penso che la Finlandia sia una sorpresa, anche in relazione alla qualità di cui dispone: sta dimostrando di essere una squadra. Pukki? Dobbiamo preoccuparci di tutti, non solo di lui, anche se è l'elemento più importante. In Armenia la difficoltà incontrate erano legate al campo, non era facile giocare, trovare le misure - aggiunge il regista degli azzurri -. Abbiamo fatto fatica per le nostre caratteristiche, poi siamo riusciti a impostare il nostro gioco. Io uomo-faro della Nazionale? Ho le caratteristiche per fare quello che mi chiede il ct, mi sta dando fiducia e io sto dimostrando di meritarla. Continuerò a lavorare".

Finlandia-Italia, missione qualificazione

Tutte le notizie di Italia

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

Calciomercato in Diretta