Calhanoglu: «Ho parlato con Maldini, ma ora penso all'Europeo»

Il turco è stato criptico sul suo futuro al Milan e non ha dato rassicurazioni sul rinnovo del contratto in scadenza il 30 giugno
Turchia - 0,4% di vittoria (Hakan Calhanoglu)© EPA
Andrea Ramazzotti
TagsCalhanogluItaliaTurchia

ROMA - L'Europeo e il futuro si mischiano nelle parole di Hakan Calhanoglu, che domani sera sfiderà l'Italia. Iniziamo dal futuro e dal Milan, l'argomento che più sta a cuore dai tifosi rossoneri. "Ho parlato anche tre giorni con Maldini che mi ha chiamato - ha ammesso - e naturalmente abbiamo parlato del mio futuro al Milan. Gli ho detto che volevo concentrarmi sull'Europeo. La priorità ce l'hanno loro e lo dico con grande rispetto. Parlerò sempre con Maldini e Massara". Certezze sulla sua permanenza a Milanello, però, non ne ha date. Anzi.

Poi sulla nazionale: «Domani sarà una partita speciale. E per me ancora di più perché si giocherà in Italia. Sono contento di poter sfidare alcuni dei miei compagni di club. Abbiamo lavorato sodo per essere qui e speriamo di rappresentare bene la Turchia. Cercheremo di dare il massimo in campo. Abbiamo analizzato i punti di forza e punti deboli dell'Italia che ha anche un grande allenatore. Mi aspetto una bella partita. Noi vorremmo qualificarci agli ottavi vincendo delle gare. I miei compagni mi hanno chiesto qualcosa sui giocatori italiani? Certo. Ho detto loro che ci sono ottimi elementi come Insigne, ma anche ottimi difensori. Tutti sanno quanto è forte l'Italia, ma noi saremo uniti per vincere. Sarebbe bello sfidare un'altra volta l'Italia in finale. Sarebbe un successo sia per noi sia per loro".

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti