Corriere dello Sport

Fuori dal Campo

Vedi Tutte
Fuori dal Campo

Maxi Lopez e la foto con il Barcellona: «Tutto architettato da Wanda Nara»

Maxi Lopez e la foto con il Barcellona: «Tutto architettato da Wanda Nara»

L'attaccante del Torino: «Non ho account Instagram. Ha organizzato tutto la mia ex: quella foto era per mio figlio»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 12 aprile 2017 09:16

TORINO - "Non ho account Instagram e non ho mai scritto quelle parole. La mia vita, la mia famiglia, i miei pensieri li tengo per me". Maxi Lopez sbotta dopo la foto circolata ieri che lo ritraeva con Messi, Iniesta, Mascherano durante la rifinitura del Barcellona allo Juventus Stadium. Foto, tra l'altro, accompagnata da una frase ambigua e una citazione "maradoniana" che lasciava intendere una dedica, non proprio carina, a Mauro Icardi.

Maxi Lopex, foto e messaggio per Icardi

COLPA DI WANDA - "Tutto è stato organizzato dalla mia ex moglie. Mi ha mandato un messaggio per conto di mio figlio, che mi chiedeva di andare a vedere l'allenamento del Barcellona per vedere Messi. Gli ho spiegato che non potevo andare allo stadio per la partita, ma che stavo per incontrare la squadra prima della rifinitura. Da 10 anni non avevo contatti con il club eppure mi hanno aperto le loro porte. Lei, però, mi ha scritto che mio figlio non sarebbe più potuto venire e allora ho pensato di chiedere una maglia a Mascherano, Iniesta e Messi. Poi ci siamo fatti una foto, che ho inviato alla mia ex via Whatsapp. Quella foto l'avevamo solo lei ed io, nessun altro. Com'è successo altre volte, una conversazione privata è diventata pubblica. Inoltre, Messi e Mascherano non li vedevo da circa nove anni. Tutto ciò fa male ai miei figli: ogni volta che devo organizzare qualcosa è una guerra. E mi dispiace anche per Messi e Mascherano: non hanno nulla a che vedere con le malelingue che girano in Argentina".

SUDAMERICANI - Successivamente, intervistato direttamente dalla Red, Maxi Lopez ha spiegato i rapporti con Icardi al suo arrivo in Italia: "In Europa ci si aiuta tra compagni di squadra sudamericani. Lo hanno fatto con me, l'ho fatto con Messi e ora lo faccio con Boyé".

ICARDI - "Un giorno credo che parleremo e avremo una lunga conversazione. Cosa gli dirò? Non lo so, ma ora non ci penso".

ARGENTINA - La domanda sulla mancata convocazione del suo ex amico, non può mancare. "Il futuro numero 9? Non so, mi piace Dybala, può giocare Messi. Deciderà Sampaoli".  E su Maradona, che sostiene come i traditori non possano far parte dell'Argentina, Maxi conclude: "La parola di Diego è sacra".

A fine giornata, poi, la foto pubblicata dall'account (falso?) di Maxi Lopez è stata modificata nella sua didascalia. Il"Guardali su Instagram" è stato poi sostituito da "Più che amici, idoli!". 

Maxi Lopez e la foto con il Barcellona: «Tutto architettato da Wanda Nara»

Articoli correlati

Commenti