Melissa Satta rompe il silenzio: l'addio a Boateng è social

Rottura definitiva e divorzio in arrivo tra la show girl e l'attaccante del Monza: un post su Instagram spiega perché
Melissa Satta rompe il silenzio: l'addio a Boateng è social
TagsBoatengMelissa Satta

Melissa Satta e Kevin-Prince Boateng si sono definitivamente lasciati. L'annuncio arriva direttamente dalle pagine social dei due diretti interessati, confermando le voci di una crisi che continuavano a circolare con insistenza da mesi. Entrambi hanno pubblicato su Instagram la stessa foto, che li ritrae sorridenti in compagnia del figlio Maddox, nato nel 2014. "Dopo un periodo di separazione, abbiamo deciso di interrompere definitivamente la nostra relazione, nel pieno rispetto delle reciproche posizioni ed in totale serenità, fermo restando che rimarremo l'uno per l'altro un importante punto di riferimento per la crescita di nostro figlio Maddox. Grazie per questi 9 anni...e per il regalo più bello....Maddox", scrive l'ex Velina. "Grazie per la magnifica moglie che sei stata e per la splendida madre che sei e sarai", aggiunge in una storia l'attaccante del Monza

Melissa Satta, allenamento durissimo in diretta
Guarda la gallery
Melissa Satta, allenamento durissimo in diretta

La prima separazione nel 2019

Secondo i gossip che circolavano da mesi, i due avevano provato a far funzionare il rapporto, senza però riuscirci. I motivi del divorzio non sono però ancora stati chiariti anche se le voci li hanno decritti come "divisi da differenze inconciliabili", le stesse che li avevano già portati ad una prima separazione, all'inizio del 2019.

Melodie Penalver: ecco la ragazza che sta facendo perdere la testa a Neymar
Guarda la gallery
Melodie Penalver: ecco la ragazza che sta facendo perdere la testa a Neymar

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti