Corriere dello Sport

Italia

Vedi Tutte
Italia

Azerbaigian-Italia 1-3: Eder, El Shaarawy e Darmian portano gli azzurri a Euro 2016

Azerbaigian-Italia 1-3: Eder, El Shaarawy e Darmian portano gli azzurri a Euro 2016
© AP

La Nazionale segna tre gol in una partita per la prima volta nell'era Conte e si qualifica per gli Europei francesi con un turno di anticipo

Sullo stesso argomento

di Valerio Albensi

sabato 10 ottobre 2015 19:11

BAKU (AZERBAIGIAN) - L'Italia è agli Europei. Gli azzurri sfruttano il primo matchpoint a disposizione, battono 3-1 in trasferta un modesto Azerbaigian e con un turno di anticipo rispetto alla fine delle qualificazioni prenotano un biglietto per la Francia. La squadra di Conte passa subito con Eder, si fa raggiungere da Nazarov (ma pesa il pasticcio della coppia Bonucci-Chiellini), poi si riporta avanti grazie a El Shaarawy e Darmian e resta in testa al gruppo H. Senza Pirlo, in regia brilla la stella di Verratti, l'uomo che ispira la prima rete azzurra con un lancio decisivo. Un anno e mezzo dopo la delusione dei Mondiali, la Nazionale torna a sorridere.

IL COMMENTO DI JACOBELLI: MISSIONE COMPIUTA ALLA FACCIA DEI GUFI

SUBITO EDER - Conte imposta l'Italia con un 4-4-2 che in fase di spinta diventa un 4-2-4: El Shaarawy e Candreva sono sulla linea di Pellè e Eder, gli attaccanti centrali. Gli azzurri partono bene, con il giusto approccio, segno il ct ha lavorato tanto sulla testa dei suoi calciatori. Ci si aspettava uno stadio di Baku strapieno per spingere la squadra di casa, invece sulle tribune ci sono ampi spazi vuoti. La Nazionale sfrutta soprattutto la fascia destra, quella dove spingono Darmian e Candreva. Il vantaggio arriva dopo appena undici minuti, grazie a un'invenzione di Verratti che con un lancio in profondità serve Eder sul filo del fuorigioco: l'attaccante della Sampdoria controlla il pallone in velocità, guarda il piazzamento del portiere Aghayev e lo batte.

Azerbaigian-Italia 1-3: Eder, El Shaarawy e Darmian portano gli azzurri a Euro 2016

PELLE' SFIORA IL RADDOPPIO - L'Italia ha subito la palla del 2-0: bello scambio Eder-Pellè e conclusione potente della punta del Southampton; stavolta Aghayev però è pronto e respinge in corner.

PAREGGIO BEFFA - Gli azzurri controllano, ma abbassano i ritmi e finiscono per commettere quello che per Conte è il più grave degli errori: si rilassano.

 L'Azerbaigian capisce che spingersi dalle parti di Buffon non è poi così proibitivo e al 30' trovano un pareggio insperato. Su una palla alta in profondità, Chiellini e Bonucci si incartano e favoriscono Nazarov, che può calciare un rigore in movimento e riportare in parità il risultato. Il ct, in panchina è una furia.

FOTO - LE IMMAGINI PIU' BELLE DI AZERBAIGIAN-ITALIA

CI PENSA IL FARAONE - Il pareggio della squadra di Prosinecki riesce almeno a scuotere gli azzurri, che chiudono il primo tempo in avanti senza però entusiasmare con il gioco. El Shaarawy fa le prove generali del gol al 35', con un gran destro dalla distanza alto di poco sopra la traversa. Otto minuti più tardi, il "Farone" del Monaco segna la sua seconda rete azzurra con un facile tocco a porta vuota su assist di Candreva. L'Italia può chiudere il primo tempo in vantaggio.

Azerbaigian-Italia 1-3: Eder, El Shaarawy e Darmian portano gli azzurri a Euro 2016

DUBBIO EDER - In apertura di ripresa, la Nazionale continua a spingere, incoraggiata soprattutto dai limiti tecnici dell'avversario. Al 61' episodio dubbio: lancio di Parolo per Eder, che scavalca il portiere con un pallonetto; la palla viene respinta da Sadiqov quando non sembra ancora avere oltrepassato la linea di porta.

ECCO DARMIAN - L'appuntamento con il terzo gol azzurro è solo rimandato. Lo segna Darmian quattro minuti più tardi, con un destro secco da fuori area che non lascia neanche il tempo al portiere di tentare una risposta. È la rete della tranquillità, quella che porta dritta l'Italia a Euro 2016: mai gli azzurri di Conte avevano segnato tre volte in una partita.

DENTRO FLORENZI E GIOVINCO - Trovata la rete della sicurezza, il ct dosa le energie. Escono Eder e El Shaarawy, ed entrano in campo Florenzi e Giovinco. Proprio la "Formica atomica" del campionato statunitense provoca l'espulsione da ultimo uomo di Huseynov all'87', poi centra una traversa sulla punizione seguente. Sono le ultime emozioni della partita di Baku. L'Italia ha raggiunto l'obiettivo, Conte può cominciare a sperimentare in vista degli Europei. A cominciare dalla partita con la Norvegia di martedì prossimo.

EURO 2016, AZERBAIGIAN-ITALIA 1-3: CRONACA IN TEMPO REALE, STATISTICHE E TABELLINO

QUALIFICAZIONI A EURO 2016, RISULTATI E CLASSIFICHE

Per Approfondire

Commenti