Italia-Germania 0-0, palo di Belotti

Partita senza grandi emozioni, positiva la prova dell'attaccante. Fischi durante l'inno tedesco. Buffon applaude e fa il record europeo di presenze: 167.
Italia-Germania 0-0, palo di Belotti© LaPresse
Cristiano Sala

ROMA - Era la partita delle V. V per Veronesi (Umberto, salutato per l'ultima volta qualche giorno fa a Palazzo Marino e questa sera ricordato dall'Airc che ha raccolto fondi per la ricerca), V per vendetta (l'eliminazione ai rigori negli ultimi Europei), V per VAR (la Video Assistant Referee, la moviola in campo testata anche a San Siro) e V per una parolina irripetibile che dalle parti di San Marino hanno gentilmente inviato ai tedeschi ("calcio amatoriale" vs "calzini bianchi", sapete no?). Alla fine è stata la V di Valium a trionfare: a parte il palo colpito da Belotti nel finale, infatti, la partita non è stata così elettrizzante. Con i soliti -purtroppo- fischi per l'inno degli avversari e i soliti -per fortuna- applausi riparatori di Buffon e c.

LA MOVIOLA HA FUNZIONATO: «LA VAR HA ANNULLATO IL GOL AI TEDESCHI»

STORIA E NUMERI - E' la sfida 35 tra Italia e Germania: nei precedenti, 15 successi dei nostri, 8 dei loro e 11 pareggi (12 con questo). Tra le vittorie azzurre, la finale Mondiale del 1982 (dall'urlo di Tardelli alla scopone di Pertini in aereo) e le semifinali del 1970 e del 2006.

Italia-Germania 0-0, solo il palo ferma Belotti
Guarda la gallery
Italia-Germania 0-0, solo il palo ferma Belotti
Più quella del 28 giugno del 2012, l'ultima vinta dall'Italia, quando Balotelli -oggi in tribuna- fece Hulk di fronte al mondo. Buffon fa il record europeo: 167 presenze in Nazionale al pari di Casillas. Donnarumma esordisce con la maglia dell'Italia a San Siro, il suo stadio.

PRIMO TEMPO - 12': Gundogan vede Goretzka, Buffon c'è; 25' De Rossi dimentica per un momento il derby (Lazio-Roma in programma il prossimo 4 dicembre) e accende con un lancio Immobile: l'attaccante però sbaglia davanti a Leno; 27' Buffon anticipa Gundogan; 44' Goretzka pesca Muller, conclusione dal limite respinta da Zappacosta.

SECONDO TEMPO - Al 55' la Var non interviene, eppure Belotti cade in area "toastato" da Mustafi e Tah, non basta per il rigore; 60' giallo per Tah per un fallo su Eder; due minuti dopo fuorigioco di Volland su cross di Kimmich e gol annullato; 70' contropiede Belotti+Immobile, Bernardeschi solo in area non trova la giusta potenza da posizione favorevole; al 73' ancora Immobile ma il tiro a giro alla Del Piero non gli riesce; all'82', come nel più celebre Fantozzi (anche se quella era Italia-Inghilterra), Belotti "ha fatto palo": il suo destro arriva dopo il dribbling a Mustafi. Meritava il gol.

POST IT - A due minuti dalla fine, al posto di Immobile entra Zaza: l'attaccante ritrova la squadra dei suoi incubi, dopo il rigore fallito agli Europei. Sui social si augurano un calcio di rigore ma l'attaccante del West Ham dovrà trovare un'altra occasione per cancellare quello maledetto degli ultimi Europei.

 

CONCLUSIONE - L'Italia poteva fare meglio, cioè vincere. Ma con i tedeschi è sempre importante non perdere. Soprattutto quando indossano i calzettoni bianchi.

 

Twitter: @cristianosala

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti