Catania, oltre la rivalità: striscione per i morti di Palermo

I tifosi etnei omaggiano le vittime del maltempo: striscioni di solidarietà al Massimino durante il match vinto 2-1 contro il Siracusa
Catania, oltre la rivalità: striscione per i morti di Palermo
2 min
TagsSerie CcataniaSiracusa

CATANIA - «Piangiamo i nostri morti. Sentiamo lo stesso dolore. Noi siamo la Sicilia... Palermo rialzati». È lo striscione di solidarietà esposto ieri sera nella Curva Nord, 'cuore' degli ultras del Catania 'rivali' di quelli del Palermo, dello stadio Angelo Massimino in segno di 'onore' e solidarietà per le vittime del maltempo in Sicilia. Morti tragiche che hanno fatto mettere da parte anni di scontri duri, e non solo sugli spalti, tra le due tifoserie, come quelli culminati con la morte dell'ispettore capo Filippo Raciti, il 2 febbraio del 2007, mentre le forze dell'ordine cercavano di evitare entrassero in contatto fuori dallo stadio. Anche la Curva Sud («Essere umani alla base dei nostri ideali, vicini alle vittime siciliane») e la Tribuna B («Vicini alla famiglia di Casteldaccia») hanno esposto striscioni di solidarietà. E tutto lo stadio, per rispetto delle vittime e dei loro familiari, non ha tifato per i primi 10 minuti della gara «, valida per il campionato di Serie C, finita 2-1.

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti