Corriere dello Sport

Lega Pro

Vedi Tutte
Lega Pro

Lega Pro, double per il Venezia. Inzaghi alza anche la Coppa

Lega Pro, double per il Venezia. Inzaghi alza anche la Coppa
© LaPresse

I veneti ribaltano la sconfitta per 1-0 a Matera e si impongono 3-1 in casa, conquistando il secondo trionfo stagionale. Lucani infuriati con l'arbitro

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 26 aprile 2017 18:48

VENEZIA - Non è ancora finita la fame di vittorie del Venezia. Dopo aver conquistato la Serie B (vinto il girone B di Lega Pro con 3 giornate d'anticipo) la squadra di Inzaghi ha alzato al cielo anche la Coppa Italia di categoria, mettendo a segno uno straordinario double. I veneti, sconfitti 1-0 all'andata in casa del Matera, hanno ribaltato il risultato, superando 3-1 la squadra di Auteri nella finale di ritorno giocata al "Penzo". 

TUTTO SULLA LEGA PRO

LA PARTITA - Primo tempo a fortissime tinte neroverdi, con la squadra di Inzaghi già in vantaggio al 26' con il gol di Moreo, bravo a trafiggere Tozzo con una conclusione di destro. Al 33' 2-0 del Venezia: Fabiano penetra in area e da posizione angolata, di sinistro, trova il gol. Ad inizio ripresa i biancoazzurri subiscono l'espulsione di Mattera, forse esagerata, dopo appena 1 minuto di gioco, ma sono bravi a reagire e trovano la rete del 2-1 al 12' con Strambelli, bravo a trovare l'angolino con un sinistro da fuori area. Il risultato condannerebbe il Venezia ed ecco che arriva puntuale la risposta dei padroni di casa. Passano appena 120 secondi e Inzaghi esulta ancora, stavolta con Ferrari, il più rapido a girare verso la porta un batti e ribatti in area. Nel finale episodio che farà discutere: Modolo interviene deciso su Sartore, lanciato verso la porta di Vicario, ma l'arbitro non fischia il rigore e fa infuriare Auteri che, in quanto finalista perdente di Coppa (contro una squadra già promossa in B), passa direttamente alla seconda fase dei playoff. Festeggia invece Inzaghi, il vero asso pigliatutto di questa stagione di Lega Pro. Al Venezia anche un assegno da 60mila euro.

Articoli correlati

Commenti