Serie C: la Triestina trema, ma riacciuffa il Piacenza al 95'

Dubickas e Rabbi ribaltano il vantaggio di Rapisarda, che in extremis firma la doppietta che vale il 2-2
Serie C: la Triestina trema, ma riacciuffa il Piacenza al 95'© © Marco Rosi / Fotonotizia

TRIESTE - La prima vittoria stagionale sfugge proprio all'ultimo secondo al Piacenza, che esce con un 2-2 dalla tana della Triestina nel posticipo della terza giornata del Girone A di Serie C. Al vantaggio dei padroni di casa con Rapisarda risponde nel giro di 5’ Dubickas. Nella ripresa a Rabbi ci vogliono due tentativi (uno non convalidato per tocco di mano) per portare avanti i suoi. In chiusura la doppietta di Rapisarda chiude il conto e tiene le squadre appaiate a 2 punti in classifica.

Decisivi i calci piazzati

Bisogna aspettare il 21’ per vedere il primo intervento di uno dei portieri: tocca quello della Triestina, Offredi, opporsi alla conclusione ravvicinata di Dubickas, pescato bene in area dal cross dalla destra di Stuljic. Al 27’ passano gli alabardati: sulla punizione dalla sinistra di Angiulli, Rapisarda si fa trovare pronto sul secondo palo e insacca di testa. Cinque minuti dopo arriva la risposta del Piacenza da calcio d’angolo, con il colpo di testa di Dubickas sul cross di Giordano che si infila alla destra di un immobile Offredi. Al 34’ ancora ospiti pericolosi su situazione di corner, ma stavolta il colpo di testa di Marchi non inquadra la porta.

Pareggio all'ultimo secondo

Al quarto d’ora della ripresa ancora pericolo da calcio di punizione, stavolta di marca triestina, con Volta che anticipa anche il meglio piazzato Rapisarda ma spedisce fuori di testa. Al 21’ ancora sugli sviluppi di un calcio piazzato la palla arriva sul destro di Dubickas, ma l’attaccante piacentino arriva scoordinato e manca un impatto efficace sulla sfera. La gara ristagna nella fase centrale della ripresa, e ci vuole un altro calcio di punizione al 37’ per tornare a vedere all’opera: sul sinistro di Lopez, Stucchi non si fa sorprendere e blocca il tiro centrale. Pochi minuti dopo è giorno a pennellare una punizione in area piacentina, ma Stucchi è ancora attento su colpo di testa di Volta. Al 42’ tornano avanti gli ospiti, ma il gol di Rabbi è annullato per un controllo di braccio del giocatore emiliano. Un minuto dopo, però, è lo stesso Rabbi a chiudere alla perfezione un contropiede ben orchestrato dal Piacenza, mettendo a sedere Volta e trafiggendo Offredi di sinistro. All’ultimo respiro Rapisarda, lasciato troppo solo sul secondo palo, trafigge con un diagonale di destro il portiere piacentino e chiude la sfida sul 2-2.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti