Corriere dello Sport

Italia

Vedi Tutte
Italia

Mondiali 2014, Del Piero elogia l'Italia: «Ottimo inizio, spero arrivi in fondo»

© Ansa

L'ex campione del mondo: «Buffon, Barzagli, De Rossi e Pirlo sono gli emblemi di questa Nazionale e sanno come si vince»

 

mercoledì 18 giugno 2014 18:41

FIRENZE - "L'Italia ai Mondali mi ha fatto un'ottima impressione per determinazione, gioco, personalità. È prematuro dire se arriverà tra le prime quattro, il mio auspicio è che riesca ad arrivare fino in fondo, ma adesso non bisogna mettere troppe pressioni su Prandelli e la squadra, lasciamo il ct lavorare tranquillo e restiamo sereni". Così Alessandro Del Piero a margine della sua partecipazione oggi, a Firenze, al Pitti Uomo, come nuovo ambasciatore di The Woolmark Company per la promozione mondiale della lana merino. Una collaborazione che lo vedrà al centro di una campagna insieme al fotografo Oliviero Toscani. "Questo mi sembra un buon mondiale - ha continuato l'ex campione del mondo - si è segnato molto in queste prime partite, le favorite hanno quasi tutte un buon debutto e questo è di buon auspicio. Prandelli non ha bisogno dei miei consigli, finora ha fatto sempre bene e adesso ha trasmesso al gruppo il giusto spirito mondiale. Buffon, Pirlo, De Rossi e Barzagli avendo vinto nel 2006 restano gli emblemi di questa nazionale. Ora ci sarà la gara con il Costa Rica, un test molto importante".

PIRLO
- "Se davvero Pirlo lascerà la Nazionale a fine Mondiali, spero lo faccia alzando la Coppa, lui con Buffon, De Rossi e Barzagli è il simbolo degli azzurri". È l'augurio che Alessandro Del Piero, oggi a Firenze a Pitti Uomo, invia all'ex compagno col quale ha vinto il titolo mondiale nel 2006. "È presto per dire se l'Italia sarà tra le prime quattro ma la prima impressione è stata buona e l'auspicio è che arrivi fino in fondo - ha proseguito l'ex capitano della Juve che a luglio sarà protagonista con gli scatti di Oliviero Toscani di una campagna pubblicitaria. Non è mai facile il debutto, invece ha vinto giocando bene, con determinazione e personalità. Consigli a Prandelli? Non ne ha bisogno, finora ha fatto bene e ora sta trasmettendo alla squadra lo spirito del Mondiale esaltando le qualità del collettivo e dei singoli". Venerdì gli azzurri giocheranno con il Costarica: "Test importante, Buffon sta meglio ed è fondamentale anche se Sirigu ha fatto benissimo con l'Inghilterra a conferma che l'Italia è sempre in buone mani. Inoltre Prandelli sa come ottenere il meglio dai suoi. Lasciamolo quindi lavorare tranquillo, non mettiamo troppo pressione, ora il primo obiettivo è passare il turno poi vedremo". Del Piero è in contatto con molti ex compagni e presto volerà in Brasile come opinionista. Intanto si sta divertendo davanti alla tv: "Questo Mondiali è iniziato col botto, gare emozionanti e ricche di gol, un bello spot per il calcio. Ad ora non c'è una sorpresa, è presto, quasi tutte le favorite hanno vinto. Il Brasile? Non mi ha entusiasmato contro la Croazia, non mi ha deluso con il Messico che oltretutto è una buona squadra".
JUVENTUS
- Un accenno alla Juve e al mercato: "Ho letto che Camoranesi consiglia ai bianconeri di prendere Cuadrado, mi pare ci veda bene. Non mi permetto di dare consigli alla mia ex società però questo è un giocatore che sta facendo bene". Più schivo sul suo futuro: "Non c'è a di concreto, è ancora tutto da definire" ha detto davanti ai responsabili del The Woolmark Company di proprietà di 28.000 allevatori di pecore merino australiane. "La mia esperienza calcistica e di vita in Australia è stata molto bella, ora mi divertirò e emozionerò a posare per Toscani" ha concluso sorridendo Del Piero. Immediata la replica del fotografo: "Io interista e lui simbolo della Juve, sarà come un derby".

Per Approfondire