Belgio senza Lukaku contro il Canada: la stella è Hazard

Tra i nordamericani ha recuperato la punta Davies (Bayern Monaco). Sotto i riflettori Eustaquio (Porto). Arbitrerà Sikazwe: per errore anticipò la fine di una partita in Coppa d’Africa
3 min
Davide Palliggiano
TagsLukakuBelgio

L’ultima amichevole prima del Mondiale è stata un mezzo disastro. La sconfitta con l’Egitto ha fatto scattare l’allarme e l’assenza di Lukaku, il miglior marcatore della storia del Belgio, non rende più semplice il lavoro di un ct, Roberto Martinez, all’ultima chiamata per portare alla vittoria quella che da anni viene definita una ‘Generazione d’oro’, ma incompiuta. Tutti sono dunque sotto esame, a cominciare dal capitano, Eden Hazard, fino a pochi giorni fa oggettivamente fuori forma per colpa anche dello scarso minutaggio che il fuoriclasse belga ha con il Real Madrid. «Posso confermare che sarà titolare - ha detto il ct, allontanando ogni critica nei confronti del suo numero 10 -. Eden è il nostro capitano. Ha passato un periodo difficile, ma qui in nazionale è diverso rispetto al Real. È importante anche nello spogliatoio, ha esperienza e talento. Ciò non toglie che dovrà lottare per il suo posto». Aspettando, ovviamente, il ritorno di Lukaku: «C’è qualche speranza di vederlo in campo nella seconda partita con il Marocco - ha svelato il ct - ma siamo contenti dei progressi che Romelu sta facendo».  

Dubbio Davies

Per i Diavoli Rossi l’avversario è di tutto rispetto. La stella del Canada è Davies, il talento del Bayern Monaco fermato nell’ultimo mese da uno stiramento al bicipite femorale. «Ha svolto tutto l’allenamento» ha annunciato il ct canadese Herdman, ma il suo impiego resta in forte dubbio nella sfida di stasera ad Al Rayyan. Davies non è l’unico giocatore da tener d’occhio: Eustaquio, centrocampista del Porto, ma anche David, centravanti del Lilla già a quota 9 gol in Ligue 1. Sulla destra occhio a Buchanan, tra i miglior del sorprendente Bruges in formato Champions. «Siamo nelle condizioni di poter schierare il miglior 11 in campo» ha ammesso Herdman, che parte da sfavorito, ma non da sconfitto in partenza. 

Maglie proibite

Prima della partita, il Belgio non potrà indossare la maglia da riscaldamento multicolore, ufficialmente vietata dalla Fifa perché nasconderebbe un messaggio pubblicitario di Tomorrowland, il festival di musica elettronica che si svolge ogni anno a Boom, nelle Fiandre. Per lo stesso motivo i magazzinieri della nazionale dovranno inoltre cambiare, scolorire, o cancellare in qualche modo la scritta ‘Love’ presente sulla parte bassa della schiena nelle seconde divise bianche. Oggi non ce ne sarà bisogno, visto che Hazard e compagni giocheranno con la prima maglia rossa. L’incontro sarà arbitrato dallo zambiano Sikazwe, famoso per aver fischiato all'85' la fine del match di Coppa d’Africa del 2021 tra Tunisia e Mali. Un errore che il VAR gli fece notare quasi subito, ma dal quale non si salvò del tutto, visto che fischiò nuovamente la fine al minuto 89'40''. 

Mondiali, da Messi a Thiago Silva e Ronaldo: tutti i capitani delle nazionali
Guarda la gallery
Mondiali, da Messi a Thiago Silva e Ronaldo: tutti i capitani delle nazionali


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti