Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bologna, ti manca un rigore. A Torino espulsioni ok
© ANSA
Moviola
0

Bologna, ti manca un rigore. A Torino espulsioni ok

Tutti gli episodi arbitrali della giornata di campionato analizzati nel dettaglio

FROSINONE-INTER
Chibsah placca Skriniar: è rigore Ok l’1-3 di Vecino
Partita con poche difficoltà per Massa, al netto di un piccolo problema al polpaccio sinistro. C’è il rigore assegnato all’Inter, ok gli altri due gol nerazzurri.
POCHI DUBBI   
Ci sono pochi dubbi sul rigore che Massa assegna all’Inter: in attesa di un cross nato da angolo, con il pallone ovviamente in gioco, al centro dell’area c’è un primo contatto reciproco fra Chibsah e Skriniar, poi il centrocampista del Frosinone abbraccia e placca il nerazzurro che gli aveva preso il tempo. Il fischio dell’internazionale di Imperia arriva subito, il VAR non può che confermare.
REGOLARE   
Tutta regolare l’azione che porta allo 0-1: nessun fuorigioco al momento del cross di D’Ambrosio per Nainggolan. Ok anche l’1-3: non c’è fallo di Gagliardini su Paganini (questo lamenta Baroni), poi Capuano tiene in gioco Vecino sull’assist di Icardi.
DISCIPLINARE     
Quattro gli ammoniti, a fronte di 36 falli fischiati. Paganini interviene su Asamoah, con un braccio sul viso; Chibsah sul rigore; Vecino entra in ritardo su Paganini; Ciano che ferma Keita in ripartenza. Tutti i cartellini sono corretti.



CHIEVO-NAPOLI
La Penna attento: Barba tocca con il petto, no rigore
Partita di grande semplicità per Federico La Penna che però non inficia sulla concentrazione: è bravo a metà secondo tempo a cogliere il tocco di petto di Barba. Episodio curioso nei primi 45’: si scontra con Callejon, contatto da... arancione.
NON E’ RIGORE   
Protesta Callejon che, mentre corre al fianco di Barba, vede un tocco di braccio destro del giocatore gialloblù. La Penna è attento, il VAR (Abisso) confermerà: tocco con il petto pieno a discapito del movimento del braccio che poteva trarre in inganno. Non è rigore neanche il contatto fra Chiriches e Meggiorini: il giocatore azzurro ha il vantaggio sul pallone, il suo avversario si lascia andare.


FIORENTINA-BOLOGNA
Pezzella diretto su Palacio: manca un rigore a Sinisa
Si perde un rigore, Giacomelli, neanche Mariani al VAR lo chiama. Muriel, simulazione.
RIGORE   
Al Bologna manca un rigore su Palacio: entra in area e supera Pezzella, che allarga la gamba sinistra e lo butta giù. Per Giacomelli simulazione: c’è contatto, giallo errato.
SIMULAZIONE   
E’ simulazione, invece, Muriel: s’avvita sul piede destro e si butta in avanti, finendo per colpire la gamba alta di Lyanco, con il rossoblù che non “chiude” l’intervento e si salva. Non c’è invece contatto fra Santander e Lafont (che poi si supera su Orsolini).



SAMPDORIA-GENOA
Calvarese brillante: Pandev, dubbio! Biraschi, è rigore
Partita di grande sostanza per Calvarese. Situazione molto dubbia su Pandev al 15’ della ripresa.
DA RIGORE MA...   
Sala salta sulla schiena di Pandev, sarebbe rigore. Ma l’attaccante resta in piedi e poi simula un contatto con Ekdal che non c’è. Non è rigore, invece, il contatto Ekdal-Pandev di qualche minuto prima. E nel primo tempo, Sala prende il pallone con la spalla destra.
PENALTY E ROSSO   
Sterzata di Defrel, braccio argo di Biraschi ad occupare spazio: rigore senza dubbio. Arriva anche il rosso per chiara occasione: ci può stare, anche se non cristallino.



TORINO-CAGLIARI
Pellegrini su Izzo, che rischio in area. Tre espulsioni: ok
Bene ma non benissimo Irrati, soprattutto sulla lettura dei falli.
CHE RISCHIO!   
Pellegrini spinge ma soprattutto allarga la gamba sinistra su Izzo, che finisce su Klavan: rischio rigore alto.
REGOLARE   
Ok il gol di Pavoletti, inizialmente annullato: il VAR certifica che è in linea con Izzo.
ROSSI   
Zaza manda a quel paese Irrati: ok rosso. Pellegrini da dietro su Ola Aina: prende un po’ tutto, anche il pallone. Barella spinge Parigini: anche qui, secondo giallo ok.

SASSUOLO-PARMA
Non convince Piccinini: quel rigore era netto
Non convince il CAN B Piccinini (dicono sia al primo posto della graduatoria di serie B...): il rigore che Chiffi gli segnala dal VAR si doveva vedere anche live, non c’era bisogno di rivederlo.
RIGORE NETTO   
Bourabia in scivolata su Barillà, non tocca mai il pallone, finisce per ostacolare il giocatore gialloblù: Piccinini fa segno di proseguire, ma quello era rigore e non c’era bisogno dell’OFR che il VAR segnala prontamente. Simula, invece, Matri, non toccato da Iacoponi: trova il giallo.
SANTO VAR   
L’utilità del VAR? Ferrari tira, Matri tocca con la testa, ma Sepe è fuori porta e c’è un solo difendente fra lui e la porta.

Comi: "Il Var va usato con tutti"

Tutte le notizie di Moviola

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti