Primavera, il Genoa va: Besaggio e Magliocca sgambettano il Verona

Il posticipo dell'undicesima giornata va ai liguri che si impongono 3-1 sugli scaligeri
Primavera, il Genoa va: Besaggio e Magliocca sgambettano il Verona© LAPRESSE

GENOVA - Il Genoa torna alla vittoria strapazzando il Verona (3-1), nel posticipo dell'undicesima giornata del campionato Primavera 1. Liguri scatenati, specie nella ripresa, quando hanno chiuso i conti con Magliocca e Besaggio, quest'ultimo autore di una doppietta. Con i tre punti il Grifone sale al sesto posto a quota 17 a pari merito con Empoli e Juve.

La partita

Al 5' il Genoa mette subito la testa fuori: Buksa serve Besaggio che va al tiro, ma la conclusione del capitano rossoblù viene bloccata dal portiere ospite. Il Grifone fa la partita, il Verona cerca di difendersi e ripartire in contropiede ma non punge. Così al 27' ecco il vantaggio ligure: il solito Besaggio, dal limite dell'area, lascia partire un destro potente che fulmina Terracciano per l'1-0. Due minuti più tardi il Genoa va vicino anche al bis con Gjini, ma il suo colpo di testa finisce di poco a lato. L'Hellas non ci sta e al 38' guadagna un calcio di rigore che Flakus realizza con freddezza. La prima frazione termina in perfetto equilibrio. Nella ripresa è il Verona a portare il primo squillo con una conclusione di Redondi che va poco alta sopra la traversa. La gara vive sul filo dell'equilibrio e le occasioni si contano in serie. Al 4' Besaggio va al cross da sinistra, ma nessuno, in area di rigore, riesce ad impattare la sfera. Fa lo stesso il Verona un minuto dopo, con il cross di Caia in area che però non viene raccolto dai suoi compagni. Passa un altro giro di lancette e il Verona colpisce un palo con Yeboah, dopo essere stato servito in area dal portiere Terracciano. Al 13' però il Grifone rimette la freccia: azione arrembante di Buksa che serve Magliocca in area, con quest'ultimo che fulmina il portiere veronese e riporta in vantaggio i rossoblù (2-1). I liguri non si fermano e si fanno nuovamente minacciosi: Besaggio brucia Calabrese, tocca al centro per Buksa che con un colpo di tacco sfiora incredibilmente il palo. Al 26' i rossoblù vicinissimi ancora alla rete con Marcandalli che su azione d'angolo colpisce una traversa. Sono le prove al tris che arriva al 28' e a siglarlo è capitan Besaggio, che infila il portiere veronese all'angolino sinistro con un delizioso tocco. Alla mezz'ora replica il Verona con Yeboah, ma la palla sfiora il palo. Nel finale il Verona sfiora il secondo gol con Bragantini, ma Corci con un grande intervento gli dice di no.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti