Champions League, corsa al secondo posto: Roma, Lazio e Napoli, tutto in 180'

In attesa della sfida di questa sera tra Napoli e Cesena continua la lotta per il secondo posto: giallorossi avanti di un punto sulla squadra di Pioli ma il derby e Juventus-Napoli decideranno (quasi) tutto. Ecco la situazione per la conquista di un posto nell'Europa che conta spiegata bene
© LaPresse
Francesco Tanilli
ROMA - Roma, Lazio, Napoli. In tre per due posti. Sarà una battaglia fino all'ultimo secondo quella tra giallorossi, biancocelesti e azzurri ma alla fine solo due squadre sorrideranno mentre la terza dovrà accontentarsi dell'Europa League. Sì perché chiudere il campionato secondi o terzi significherebbe Champions League e soprattutto significherebbe un sacco di milioni (50 per chi arriva dietro alla Juventus) che permetterebbero soprattutto di agire sul mercato in maniera molto più efficace. Per le due squadre della capitale rimangono 180'. Per il Napoli 270'. Questa sera Benitez, Higuain e compagni dovranno assolutamente battere il Cesena per rispondere alle due romane e tenere il passo in classifica. Una vittoria garantirebbe al Napoli di tornare a -3 dalla Lazio e -4 dalla Roma e approcciarsi alle ultime due giornate nel miglior modo possibile. 

SONDAGGIO: CHI ARRIVA SECONDO? VOTA SUBITO!


GiornataROMA (67)Lazio (66)Napoli (60)*
36--Cesena
37LAZIORomaJUVENTUS
38PalermoNAPOLILazio

in maiuscolo le gare da giocare in trasferta

                                             * Napoli una partita in meno

DERBY CAPITALE - Ipotizzando quindi tre punti degli azzurri nel posticipo di questa sera contro gli uomini di Di Carlo (diretta su corrieredellosport.it dalle 21) avremmo tre squadre in 4 punti a due partite dal termine della stagione: Roma 67, Lazio 66 e Napoli 63. La 37ª giornata è sostanzialmente quella che deciderebbe tutto o quasi. Da una parte il derby della capitale. Lazio-Roma. Ancora non sappiamo se si giocherà domenica alle 15 o lunedì alle 18, ma a prescindere dalla data, si tratta di una sfida decisiva che determinerà praticamente il destino delle due squadre. La Roma, in virtù della vittoria sull'Udinese, ha a disposizione due risultati su tre. Il successo darebbe inoltre la matematica certezza del secondo posto (dunque un vero e proprio match point) mentre un pareggio permetterebbe di mantenere il secondo posto respingendo l'assalto della Lazio. In caso di sconfitta, invece, la squadra di Pioli andrebbe a quota 69 scavalcando proprio la Roma che resterebbe a quota 67.JUVENTUS-NAPOLI DECISIVA - Ma proprio pensando allo scontro diretto dell'Olimpico assumerebbe un significato capitale, addirittura superiore alla stracittadina dell'Olimpico, anche l'altra partita del week-end, Juventus-Napoli, in programma allo Stadium di Torino sabato 23 maggio alle ore 18. Sì perché il Napoli, proprio in casa dei bianconeri, proprio nel giorno della festa dello scudetto, è chiamato a vincere cercando di approfittare del duello tra Lazio e Roma. In caso di sconfitta la squadra di Benitez resterebbe in corsa per un posto in Champions solo con un successo della Roma. Se invece Juve-Napoli finisse in parità tre punti della Lazio nel derby darebbero alla squadra di Pioli un vantaggio di cinque punti sugli azzurri che renderebbero poi vano lo scontro diretto del San Paolo all'ultima giornata, mentre il trionfo della Roma nella stracittadina accorcerebbe il divario tra Lazio e Napoli a soli due punti trasformando l'epilogo del campionato in un preliminare di Champions League anticipato. Se, invece, il Napoli espugnasse lo Stadium un successo della Roma nel derby permetterebbe al Napoli di agganciare la Lazio (con la Roma irraggiungibile a +4) e di giocarsi la sfida finale contro i biancocelesti avendo a disposizione due risultati su tre in virtù dell'1-0 dell'Olimpico nella gara d'andata.ALL'ULTIMO RESPIRO - La 38ª giornata poi, tutta in programma il 31 maggio alle 20.45, mette in calendario un altro scontro diretto fondamentale. Napoli-Lazio. Come detto in precedenza bisognerà vedere come si arriverà a questa partita perché se la Lazio battesse la Roma e il Napoli non dovesse battere la Juve la squadra di Pioli sarebbe matematicamente in Champions League. Qualora invece gli azzurri battessero la Juve anche un successo della Lazio nel confronto contro la Roma permetterebbe ai partenopei, in caso di tre punti al San Paolo, di agganciare e superare (in virtù degli scontri diretti) la squadra biancoceleste. E la cosa incredibile a quel punto è che una vittoria della Roma nell'ultima di campionato, all'Olimpico, contro il Palermo consentirebbe ai giallorossi di superare nuovamente la Lazio di un punto relegando la squadra di Pioli al quarto posto nonostante la gioia nel derby. Calcoli, statistiche, numeri, ipotesi. Tutto è possibile. Tutto può ancora succedere, ma alla fine deciderà il campo. Come sempre. E che allora vinca il migliore. 

CHI ARRIVERÀ AL SECONDO POSTO? VOTA IL SONDAGGIO!

Commenti