Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, la Fiorentina frena ancora. La Roma è a +5

Serie A, la Fiorentina frena ancora. La Roma è a +5
© SESTINI MASSIMO

Il Carpi vince in casa del Verona e aggancia il Palermo. 1-1 tra Sassuolo e Udinese, Samp sconfitta in casa 1-0 dal Chievo

Sullo stesso argomento

di Valerio Minutiello

domenica 20 marzo 2016 15:51

ROMA - La Fiorentina non va oltre lo 0-0 in casa del Frosinone e resta appaiata all'Inter, a -5 dal terzo posto occupato dalla Roma. Non riesce più a vincere la squadra si Sousa, che ha collezionato tre pareggi e una sconfitta (nello scontro diretto con la Roma), nelle ultime quattro gare. Colpaccio del Carpi, che vince in casa del Verona 2-1 e aggancia il Palermo al terzultimo posto. Il Chievo vince 1-0 a Marassi contro la Sampdoria, che resta pericolosamente vicina alla zona salvezza. Finisce 1-1 tra Sassuolo e Udinese, alla prima di De Canio sulla panchina del club friulano.

TUTTO SULLA 30ª GIORNATA

CLASSIFICA

FROSINONE-FIORENTINA 0-0
Dopo il turn-over fallimentare contro il Verona, Sousa torna ad affidarsi ai migliori. Gonzalo Rodriguez, Roncaglia, Badelj, Vecino, Ilicic, Bernardeschi e Kalinic tornano titolari, mentre Zarate si accomoda in panchina. La Fiorentina fa la partita ma fatica a infilarsi nella difesa del Frosinone, disposto bene in campo. Nel recupero del primo tempo clamorosa occasione fallita dai viola per sbloccare il risultato. Kalinic colpisce un palo interno, la palla arriva a Borja Valero, che prima calcia addosso a Leali poi centra la traversa a due passi dalla porta.

 Finale di primo tempo ad alta tensione con Paulo Sousa che entra in campo infuriato e litiga con diversi giocatori del Frosinone. Al 55' altra grande occasione per i viola: Leali compie un miracolo su una botta di Vecino da pochi metri. All'81 è la squadra di Stellone a sfiorare il colpaccio con Kragl che centra la traversa da fuori area. La Fiorentina non riesce più a vincere e fallisce la manovra di avvicinamento alla Roma

SAMPDORIA-CHIEVO 0-1 (25' Meggiorini)
Partita più importante per la Samp, a caccia di punti per allontanarsi definitivamente dalla zona calda della classifica. Montella si affida a Quagliarella e Cassano in attacco, insieme con Alvarez. Il Chievo passa in vantaggio al 24' con Meggiorini di testa su cross pennellato da Birsa.

Cinque minuti dopo gli ospiti hanno una grossa chance per raddoppiare su rigore, ma Birsa dal dischetto calcia malissimo facendosi parare il tiro da Viviano. Il portiere dei blucerchiati evita il crollo con altri interventi importanti. Episodio da prova tv nel primo tempo: Fernando colpisce al collo Cesar, lontano dallo sguardo dell'arbitro. In avvio di ripresa la Sampdoria sfiora il pari, con De Silvestri che centra la traversa di testa.

SASSUOLO-UDINESE 1-1 (8' Zapata, 64' Peluso)
Il Sassuolo vive il girone di ritorno di alti e bassi, dopo un'andata strepitosa. Il sogno Europa non è ancora svanito. L'Udinese invece, con De Canio al debutto in panchina al posto dell'esonerato Colantuono ha bisogno di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione. I friulani hanno più fame e si vede da subito.

L'Udinese passa in vantaggio al 7' con un gran gol di Duvan Zapata al termine di una bella azione. Nel primo tempo la partita la fa quasi solo l'Udinese che non incrementa il bottino, solo a causa di due grandi interventi di Consigli. Il Sassuolo trova il gol del pareggio al 64' con Politano che salta più in alto di tutti e insacca di testa. Nel finale sono i neroverdi a sfiorare il sorpasso, con l'Udinese che finisce in affanno.

VERONA-CARPI 1-2 (42' Di Gaudio, 64' Rebic, 67' Lasagna)
Il Verona con un piede in B, ha in casa l'ultimo treno per sperare ancora in un miracolo. Il Carpi invece può ancora giocarsela. A sbloccare il risultato al Bentegodi è un bellissimo gol di Di Gaudio al 42' dopo che Mbakogu si era divorato il vantaggio. Il Verona trova il pareggio con Rebic nella ripresa al 64', ma la festa dura solo tre minuti. Al 67' Lasagna, appena entrato, disegna una parabola meravigliosa su punizione e riporta in vantaggio il Carpi. I padroni di casa non si arrendono fino all'ultimo anche se finiscono in dieci per l'espulsione di Rebic.

Alla fine arriva una sconfitta che fa male. La squadra di Delneri ha subito gol in tutte le ultime 22 partite giocate in casa in Serie A, per un totale di 36 reti incassate. Nessuna squadra in serie A ha una striscia così negativa. Il Verona è ora a -9 dal terzultimo posto a otto giornate dalla fine. 

Articoli correlati

Commenti