Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Juventus-Carpi 2-0: che festa allo Stadium!

Serie A, Juventus-Carpi 2-0: che festa allo Stadium!
© LaPresse

I bianconeri vincono con i gol di Hernanes e Zaza, mentre i tifosi festeggiano il quinto scudetto

Sullo stesso argomento

di Valerio Minutiello

domenica 1 maggio 2016 13:36

TORINO - Carpi sconfitto 2-0, e sono 25 vittorie su 26. La Juventus non si ferma neanche dopo essersi cucita virtualmente il quinto scudetto consecutivo sul petto. Nel lunch match con il Carpi, lo Stadium è tutto esaurito e in festa per i vecchi e nuovi Campioni d'Italia. Allegri però vuole tenere alta la tensione e non fa sconti a Castori, che avrebbe bisogno di punti per blindare la salvezza e tenere a distanza il Palermo. Non c'è niente da fare, la Juventus non è mai sazia e non lascia nulla agli avversari.

FLASHBACK - Vi ricordate Allegri in versione Hulk? La rabbia incontenibile in panchina e il cappotto gettato a terra? Era la gara d'andata contro il Carpi, anche quello è stato un momento decisivo della stagione. La Juventus si era distratta troppo, sul 3-2 al 93' aveva rischiato di farsi riprendere e gettare al vento una vittoria già in tasca. Il tecnico bianconero era uscito dal campo infuriato, nonostante i tre punti conquistati: "La superficialità mi fa perdere la pazienza: si è notato? Comunque meglio gettare via il cappotto che punti! Non sempre ci vuole calma", aveva twittato dopo il match. Bene, la Juventus ha recepito il messaggio del mister, che però non vuole superficialità, nemmeno adesso che lo scudetto è conquistato. Rilassarsi troppo potrebbe essere dannoso in vista della finale di Coppa Italia contro il Milan.

L'ESCALATION DI HULK ALLEGRI

VIDEO: ALLEGRI DIVENTA HULK

TURN OVER - Il tecnico bianconero ricorre al turn over, senza esagerare: Dybala resta in panchina. In porta c'è sempre Buffon, difesa inedita formata da Evra, Bonucci e Rugani. A centrocampo Alex Sandro, Asamoah, Hernanes, Pogba e Cuadrado.

 In attacco la coppia Morata-Mandzukic. Il Carpi, con il solo Mbakogu davanti, pensa quasi solo a difendersi: anche un punto può essere prezioso qui allo Juventus Stadium.

HERNANES GOL - Dopo soli sei minuti Pogba va vicino al gol, poi al 15' ci prova Morata. Il Carpi è tutto dietro, però al 21' ha un guizzo con Verdi che impegna Buffon con i piedi. Gli attacchi della Juventus arrivano soprattutto da destra, con le galoppate di Cuadrado, che mandano in sofferenza Martinho e Gagliolo. Al 42' il varco giusto per sbloccare il match lo trova Hernanes, con un tiro dal limite non irresistibile. È il primo gol con la maglia della Juventus in 20 presenze per il brasiliano, che diventa il quindicesimo marcatore della squadra. Solo Roma (18), Carpi (17) e Fiorentina (16) hanno fatto meglio. Nella ripresa entra Zaza al posto di Morata, che ha qualche problema fisico. La Juventus un po' si rilassa, anche loro sono essere umani. Allegri si arrabbia quando un tiro di Porcari da fuori sfiora il palo, ma stavolta non si trasforma in Hulk. Comunque, per non rovinare la festa, Zaza chiude i giochi a dieci minuti dalla fine, svettando in area più in alto di tutti. Una vittoria che lascia il Carpi in pienza zona salvezza, Allegri aveva avvisato che non avrebbe fatto sconti. Torna a sperare il Palermo, che adesso può agganciare la squadra di Castori. 

CLASSIFICA SERIE A - TUTTO SULLA 36ª GIORNATA

TUTTO SULLA JUVENTUS

JUVENTUS-CARPI, STATISTICHE E TABELLINO

Articoli correlati

Commenti