Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A: Lazio-Sampdoria 7-3, Genoa-Inter 1-0, il Palermo è in Serie B

Serie A: Lazio-Sampdoria 7-3, Genoa-Inter 1-0, il Palermo è in Serie B
© Getty Images

La squadra di Inzaghi (doppietta di Immobile) passeggia su quella di Giampaolo, in 10 per l'espulsione di Skriniar al 18'. Pandev  e Lamanna (rigore parato a Candreva) regalano tre punti fondamentali ai rossoblù in ottica salvezza. I rosanero retrocedono aritmeticamente dopo il pari con il Chievo (1-1). Pari e polemiche tra Sassuolo e Fiorentina (2-2). Vittorie per Crotone ed Empoli

Sullo stesso argomento

 

domenica 7 maggio 2017 16:37

ROMA - La Lazio strapazza la Sampdoria (7-3) e si qualifica aritmeticamente per la prossima Europa League a tre giornate dal termine. L'Inter cade anche a Marassi: per il Genoa decide una rete dell'ex Pandev. Nella lotta per l'Europa pareggia in extremis la Fiorentina sul campo del Sassuolo (2-2), mentre decisamente più emozionante è a lotta per la salvezza. Il Crotone espugna Pescara con un gran gol di Tonev, l'Empoli vince senza troppa fatica sul Bologna (3-1). Il Palermo pareggia a Verona (1-1) contro il Chievo, ma da oggi è aritmeticamente in Serie B.

Risultati Serie A - Classifica

LAZIO-SAMPDORIA 7-3

Keita la sblocca dopo neanche due minuti con un gran destro ravvicinato che buca le mani a Puggioni. Strakosha salva su Djuricic e Linetty al 17', mentre un minuto dopo la partita cambia del tutto con l'espulsione di Skriniar: il difensore blucerchiato stende in area Keita lanciato a rete, si becca il rosso e concede la possibilità, sfruttata, alla Lazio di andare sul 2-0 grazie al rigore trasformato da Immobile (21 in campionato). Giampaolo mette fuori Schick, fino a quel momento l'unica luce della Samp, e inserisce Regini. Si becca il disappunto del ceco, poi richiamato subito all'ordine. La Samp ha una reazione d'orgoglio e riapre il match con il primo gol in campionato di Linetty (32'), che sfrutta al meglio un crosso di Bereszynski.

Lulic al 35' spreca con un colpo di testa sbilenco, mentre Hoedt, a pochi centrimetri dalla porta, fa 3-1 sugli sviluppi di un corner un minuto dopo. Al 38', invece, Regini stende Lulic in area: altro rigore, altro gol, stavolta di Felipe Anderson. Non è mica finita qui, perché c'è spazio anche per il 5-1 di De Vrij, bravo a concludere con un destro da fuori area una splendida manovra corale (45'). Nella ripresa arriva pure il 6-1: lo firma Lulic, di testa, su cross di Patric (65'). Il 7-1, invece, lo segna ancora Immobile, dopo uno splendido filtrante di Keita (71'). Un minuto dopo, invece, Quagliarella accorcia (7-2) con un gran gol su splendido lancio di Regini, poi mette a referto la sua doppietta personale trasformando il rigore del 7-3 concesso per un fallo di Wallace su Torreira. 

GENOA-INTER 1-0

Pronti-via e il Genoa reclama per un intervento di Medel su Simeone in area di rigore. Intervento che tra l'altro costringe il Cholito a uscire per infortunio al 21' e lasciare il posto a Pandev. Appena entrato, il macedone cicca il gol dell'ex da buona posizione. Il Genoa fatica e l'Inter ha le occasioni migliori, pur non incantando: Lamanna salva prima su Eder e poi su tiro di Candreva deviato da Gentiletti al 32'. Nella ripreas il gol di Pandev, tap in vincente dopo una traversa di Veloso (71') Pioli mette fuori un Icardi completamente avulso dal gioco ed Eder. Nella mischia ci vanno Palacio e Gabigol. E a quattro minuti dalla fine l'Inter ha l'opprtunità di pareggiare: Damato concede un calcio di rigore per un fallo di mano in area di Burdisso, dal dischetto Candreva si fa parare la conclusione da Lamanna. Finisce 1-0 per il Genoa, tre punti d'oro per la banda di Juric in ottica salvezza.

SASSUOLO-FIORENTINA 2-2

Primo tempo pieno di episodi dubbi. Il Sassuolo gioca meglio dei viola e sfiora il vantaggio con un bolide di Duncan sul quale Tatarusanu si salva con l'aiuto della traversa. Sousa perde Badelj al 16' e mette dentro Bernardeschi, inizialmente escluso in favore di Cristoforo. La squadra di Di Francesco protesta prima per un netto fallo di Rodriguez su Matri, sgambettato in area di rigore, poi si vede concedere un penalty contro per un lieve tocco di Adjapong su Bernardeschi. Dal dischetto (34') Dal dischetto Kalinic si fa parare rigore e tentativo di tap in da Consigli. Il Sassuolo si riporta in avanti e protesta ancora una volta per una spinta un po' troppo energica di Sanchez ai danni di Berardi in area di rigore, ma subito dopo la Fiorentina passa. Chiesa, infatti, fa centro al 37' (3° gol in campionato), con un inserimento perfetto su pennellata di Borja Valero.

Nella ripresa entra Politano. Gavillucci sorvola su una trattenuta in area di rigore di Tomovic su Matri (52'), che protesta. E sorvola anche su una plateale spinta di Gonzalo Rodriguez su Berardi. Di contro, però, alla Fiorentina viene annullato un gol a Bernardeschi per una presunta posizione di fuorigioco. Gavillucci, poi, concede il tanto atteso rigore al Sassuolo al 72', forse per l'intervento meno esplicito di tutti su Berardi: ne fa le spese Gonzalo Rodriguez, che si becca il secondo giallo e l'espulsione. Dal dischetto Politano non sbaglia ed è 1-1 al 75'. Complice la superiorità numerica, il Sassuolo la ribalta: il 2-1 arriva a cinque minuti dalla fine grazie a un colpo di testa di Iemmello sugli sviluppi di un corner. La Fiorentina, però, non s'arrende e trova un insperato pari al 94' grazie a una perla di Bernadeschi: sinistro a giro e definitivo 2-2.

EMPOLI-BOLOGNA 3-1

L'Empoli guadagna 3 punti che sanno di ossigeno e scavalca in classifica il Genoa: Croce porta avanti gli azzurri risolvendo una mischia sugli sviluppi di un calcio piazzato al 5'. Il Bologna però pareggia quasi subito (11') con Verdi, che fa fuori due avversari e batte Skorupski con un gran sinistro a giro. Al 38' l'Empoli ritorna avanti con un eurogol di Pasqual, che fa secco Mirante con un sinistro da applausi che si infila all'incrocio dei pali. Il 3-1 a inizio ripresa (47') lo firma Costa in mischia.

PESCARA-CROTONE 0-1

Pescara più pericoloso nel primo tempo: Bahebeck salta Cordaz, ma Ferrari toglie il pallone dalla porta. Il Crotone, fino ad allora poco pericoloso, trova il gol vittoria al 72' con un bolide dalla distanza di Tonev. Il Pescara finisce in 10 per un doppio giallo a Benali, autore di vibranti proteste nei confronti dell'arbitro Russo per un presunto contatto in area con Capezzi (77').

CHIEVO-PALERMO 1-1

Pellissier su rigore al 67' dopo un fallo di Bruno Henrique su Inglese porta avanti il Chievo. Goldaniga rende meno amara la giornata pareggiando i conti a due miniti dalla fine (88'). Il Palermo, a tre giornate dalla fine, è aritmeticamente in Serie B. 

Articoli correlati

Commenti