Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Cagliari-Fiorentina 0-1: Babacar, zampata vincente

Serie A, Cagliari-Fiorentina 0-1: Babacar, zampata vincente
© ANSA

Il senegalese decide il match con un gol all'82' su assist di Chiesa. Espulso Joao Pedro nel finale

Sullo stesso argomento

 

venerdì 22 dicembre 2017 22:41

CAGLIARI - Torna alla vittoria la Fiorentina e Pioli si regala un Natale con il sorriso dopo due pareggi di fila. I viola vincono nel finale a Cagliari grazie a una rete di Babacar (82') e a uno strepitoso Chiesa. Quella di Lopez, invece, offre una prestazione diametralmente opposta a quella di Roma, dove fu brillante e coraggiosa, e perde con merito al termine di un match in cui non hai mai impensierito Sportiello.

IL RITORNO DI COSSU - Nel Cagliari si rivede Cossu dal 1', ma nel ruolo di regista. Il 37enne folletto sardo non giocava una partita da titolare in Serie A dal marzo 2015. Nella Fiorentina il tridente è Chiesa-Simeone-Thereau.

Cagliari-Fiorentina 0-1: statistiche e tabellino

CRAGNO SALVA CAGLIARI - Nel primo tempo gioca bene la Fiorentina e crea più occasioni da gol. Cragno tiene a galla i suoi grazie a un paio di parate decisive. Prima blocca, senza troppe difficoltà, una girata mancina di Simeone (20'), poi salva sul colpo di testa ravvicinato del Cholito con un gran riflesso sulla propria destra (25'). Il portiere del Cagliari è bravo ancora una volta al 31' su Chiesa, che inizia un vero e proprio show personale. Il figlio d'arte è imprendibile per i difensori rossoblù, in particolar modo per Padoin e Piscane, che hanno la sfortuna di capitare dalle sue parti. Le azioni personali si sprecano, ma le conclusioni (due di sinistro e una di destro), non trovano mai la porta di Cragno. 

FUORI COSSU - La partita di Cossu, nel frattempo, dura solo 45' (entra Farias). Il copione, però, non cambia per la squadra di Lopez, spesso in balìa di una Fiorentina molto più tonica e vicina al gol ancora una volta al 58', con un colpo di testa ravvicinato di Badelj su cross dalla destra di Thereau. Diego Lopez prova a risistemare la squadra: dentro Faragò, fuori Ionita. Thereau, invece, lascia il posto a Babacar (70'), che entra subito nel vivo dell'area, dove Simeone comincia a far fatica.

LA DECIDE BABACAR - Il senegalese classe '93 ci mette 12 minuti a trovare la deviazione vincente che porta avanti la Fiorentina. Andreolli si addormenta sul cross velenoso di Chiesa (con tanto di velo di Simeone) e lui può insaccare con un tocco sotto rete che prende in controtempo Cragno (82'). L'ennesima beffa, nel finale, per un Cagliari che a differenza di Roma non ci mette né grinta né idee. Anzi, chiude addirittura in 10 per l'espulsione diretta di Joao Pedro (pestone sul piede di Chiesa). Per la Fiorentina il ritorno al gol e tre punti d'oro dopo due pareggi consecutivi senza reti (Napoli e Genoa).

Articoli correlati

Commenti